International Jazz & Art Performing 5.0: il 28 luglio quinto ed ultimo incontro

28
giancarlo giannini

BOLOGNA – Giovedì 28 luglio alle ore 21 all’interno della suggestiva cornice di Zu.Art giardino delle arti di Fondazione Zucchelli si svolgerà il quinto e ultimo appuntamento con la rassegna International Jazz & Art Performing 5.0 | Cinque incontri musicali dell’estate 2022.

Dal 2016, ogni estate la Fondazione Zucchelli organizza rassegne musicali con l’obiettivo di creare importanti occasioni di visibilità in cui i giovani talenti possano relazionarsi con professionisti affermati del mondo della musica e con un pubblico sempre più affezionato. Anche quest’anno, gli interpreti protagonisti sono gli studenti del Dipartimento di Nuove tecnologie e linguaggi musicali del Conservatorio di musica Giovan Battista Martini di Bologna, suddivisi in cinque formazioni jazzistiche. Gli ensembles vedono la presenza e la direzione degli affermati artisti jazz Giovanni Amato (tromba), Teo Ciavarella (pianoforte), Giancarlo Giannini (trombone), Joe Pisto (chitarra e canto) e lo stesso Simone Serafini (contrabbasso), che si esibiscono insieme a ospiti d’eccezione, ulteriori personalità di spicco del mondo jazz quali il Maestro Piero Odorici (sassofono) e Anthony Pinciotti, batterista di fama con sede a New York.

La serata di giovedì 28 luglio vedrà Giancarlo Giannini esibirsi al trombone in “Jazz… beyond words”, affiancato da tre giovani talenti: Saverio Zura (chitarra), Sergio Mariotti (contrabbasso) e Tommaso Stanghellini (batteria).

La rassegna è promossa da Fondazione Zucchelli e fa parte di Bologna Estate 2022, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Territorio Turistico Bologna-Modena.

Nel corso della serata saranno eseguiti i seguenti brani musicali:

Beware of Yourself – Giancarlo Giannini

Woody’ n You – Dizzy Gillespie

East of the Sun – Brooks Bowman

Epistrophy – Thelonious Monk

Lover Man – Jimmy Davis, Roger Ramirez

Anthropophagy – Giancarlo Giannini

Yesterdays – Jerome Kern

Kinga – Giancarlo Giannini

Pain and Pleasure – Giancarlo Giannini

In occasione delle serate musicali, dalle ore 19.30 alle 23.30, sarà possibile visitare il progetto espositivo IN AND OUT. Mostra dei Vincitori ABAbo dei Concorsi Zucchelli e delle Residenze d’artista, 2020 e 2021, a cura di Carmen Lorenzetti: in mostra, opere realizzate da quattordici giovani artisti selezionati tra gli allievi eccellenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, in molti casi connotate da linguaggi sperimentali, che utilizzano l’immagine in movimento o il suono, in modo da coinvolgere maggiormente lo spettatore in una fruizione multimediale.

Ingresso libero senza prenotazione

Il punto ristoro è a cura di Catering Dimondi. Apertura alle ore 19.

Per prenotare un tavolo presso il punto ristoro, inviare una mail a: sady2011@libero.it

Giancarlo Giannini si diploma in Trombone al Conservatorio “A. Boito” di Parma nel 1985, sotto la guida del Maestro Maurizio Mineo. Dal 1982 al 1989 collabora con l’Orchestra Sinfonica della RAI di Milano partecipando a numerosissimi concerti. Dal 1983 al 1989 suona con l’Orchestra Sinfonica della Emilia Romagna Arturo Toscanini. Nel 1985 suona con la RAI di Torino, nel 1989 al Teatro Comunale di Firenze. Suona anche in orchestre quali la Filarmonica Marchigiana, la Regionale Toscana, l’Orchestra da Camera Lucchese. Ha suonato con direttori d’orchestra come Vladimir Delman, Lovro Von Matacic, Angelo Campori, Riccardo Chailly, Gary Bertini, Vladimir Fedoseev, Marcello Rota, Esa-Pekka Salonen, tra gli altri. Nel 1989 vince una borsa di studio per il Berklee College of Boston, dove si reca dal 1990 al 1991, studiando con Phil Wilson, Hal Crook, tra gli altri. Ha suonato in Festival quali: Lugano Jazz Estival (CH), Abu-Dabi Jazz Festival (UAE), Umbria Jazz Perugia, Termoli Jazz Festival, Fano Jazz by the Sea, Bologna Jazz Festival, Festival Internazionale Santa Fiora, Ravenna Jazz Festival. Ha suonato e/o inciso con: Carlo Atti, Franco D’Andrea, Roberto Rossi, Fabrizio Bosso, David Boato, Piero Odorici, Stefano Senni, Pietro Tonolo, Michele Vignali, Emiliano Vernizzi, Giampaolo Casati, Marco Tamburini, Stefano Paolini, Nico Menci, Max dall’Omo, Bruno Briscik, Marco Ferri, Bobby Duhram, Jimmy Woode, Joe Lovano, Slide Hampton, Steve Lacy, David Liebman, Bill Watrous, Dena De Rose. Attualmente, oltre ad esibirsi col proprio Jazz Quartet, è membro della REUNION Big Band, della ROOST Big Band (diretta da S. Travaglini), e della ERJ Jazz Orchestra (diretta da Roberto Rossi). Nel campo della didattica, ha insegnato Musica d’insieme Jazz e Trombone Jazz al Conservatorio di Bologna. Nel campo della Musica Leggera, ha suonato dal 1982 al 1984 nell’Orchestra del Maestro Pino Calvi, presso la TV Antenna 3 Lombardia, nel 1995/1997 nell’Orchestra Ritmico-Sinfonica della RAI di Roma, diretta dal Maestro Gianni Ferrio.

International Jazz & Art Performing 5.0
Cinque incontri musicali dell’estate 2022

Quinto appuntamento: giovedì 28 luglio 2022, ore 21

Zu.Art giardino delle arti di Fondazione Zucchelli

Vicolo Malgrado 3/2, Bologna