Inizio di Pool Salvezza amaro per Sassuolo: contro Marsala finisce 1-3

SASSUOLO (MO) – Non inizia nel migliore dei modi la Pool Salvezza della Green Warriors Sassuolo che, nonostante i 20 punti di Malual ed i 19 di Cvetnic, cede 1-3 contro la Sigel Marsala.

Green Warriors Sassuolo 1

Sigel Marsala 3

Parziali 17-25 25-14 21-25 21-25

Cronaca della partita

Caoch Barbolini scende in campo con Galletti in cabina di regia, Malual opposto, al centro Fucka e Garzaro, in posto quattro Ghezzi e Cvetnic. Il libero è Scognamillo.

Dall’altra parte della rete, coach Amadio risponde con Vallicelli in palleggio, opposto Mangani, al centro Bertaiola e Caruso, in posto quattro Dahlke e Soleti. Il libero è Lorenzini.

Primo set

L’avvio di primo set è equilibrato (5-5), con la Green Warriors che tenta l’allungo con l’ace del capitano Cvetnic (7-5). Marsala però non ci sta: prima trova il pareggio (7-7) poi mette la testa avanti (8-10). L’attacco profondo di Soleti vale il +3 ospite (8-11) ed il primo time out per la panchina sassolese. La Sigel allunga ancora: rigore di Caruso su una ricezione troppo profonda ed è 9-15. Sassuolo accorcia le distanze con Cvetnic (14-17): l’attacco in rete di Caruso vale il -2 neroverde e questa volta è la panchina ospite a fermare il gioco (15-17). Marsala tenta di nuovo l’allungo: muro di Bertaiola su Ghezzi ed è 17-21. L’ace di Dahlke vale il +5 siciliano (17-22) e di nuovo coach Barbolini richiama le sue in panchina. Due buone giocate di Bertaiola mandano Marsala la setball (17-24): l’attacco out di Ghezzi chiude il set (17-25).

Secondo set

Parte meglio la Green Warriors, che con Malual e Cvetnic allunga subito 4-1: il muro tetto di Garzaro costringe la panchina siciliana al primo time out. Al rientro in campo, ace di Ghezzi è +5 neroverde (6-1). Due muri consecutivi in casa Sigel riportano sotto le ospiti (8-5) ma Sassuolo allunga di nuovo con l’ace di Cvetnic prima e il muro di Fucka poi (11-5). Sull’attacco potente di Malual, coach Amadio si gioca anche il secondo time out a sua disposizione (5-12). La Sigel ci prova con la pipe di Dahlke (14-9) ma Malual è implacabile: decimo punto personale e 16-11. Il mani out di Cvetnic vale il 18-13. E’ proprio il capitano neroverde con il suo turno al servizio a decidere il set: tre ace consecutivi e 23-13. Il muro di Ghezzi manda Sassuolo al setball (24-14). Ci pensa Fucka a chiudere: servizio sulla riga (25-14) e tutto torna in parità.

Terzo set

L’avvio di terzo set è equilibrato (3-3), poi Marsala tenta l’allungo: mani out di Dahlke e 4-6. L’attacco in rete di Malual vale il +3 ospite (5-8) e coach Barbolini decide di fermare subito il gioco. Le ospiti però allunga ancora: mani out di Dahlke e 6-10 e la panchina sassolese si gioca la carta doppio cambio, con Zojzi e Pasquino dentro per Malula e Galletti. Il primo tempo di Garzaro riavvicina le padrone di casa (8-11), che con l’ace di Ghezzi trovano il -2 (11-13): questa volta è la panchina ospite a chiamare time out. Le ospiti però allungano ancora (12-16) e coach Barbolini chiude il doppio cambio, con Galletti e Malual di nuovo in campo. Tre ottime giocate di Fucka – muro, fast, muro – riportano sotto Sassuolo (15-16) e questa volta è coach Amadio a tentare la carta doppio cambio, con Spinello e Scirè in campo per Mangani e Vallicelli. Il cambio porta i suoi frutti e Marsala vola sul 15-20. Le padrone di casa ci provano con Ghezzi (17-20) ma le ospiti sono sempre avanti (). Coach Barbolini manda in campo Mambelli per Ghezzi e la Green Warriors accorcia le distanze (21-23), ma non basta: Marsala chiude 21-25 e si porta di nuovo avanti nella conta dei set.

Quarto set

Coach Barbolini conferma il sestetto con cui aveva chiuso il terzo parziale, con Mambelli in campo per Ghezzi.

Buon avvio per la Green Warriors, che si porta avanti 5-2. La Sigel però non ci sta e accorcia presto le distanze con la solita Dahlke (6-5). Il pareggio arriva sull’8-8, con il mani out di Mangani: l’ambiente neroverde protesta ma il primo arbitro Clemente non cambia idea. Sassuolo però non molla e con Galletti trova l’ace del +3 neroverde (11-8). Marsala trova presto la parità, complici gli errori tra le fila delle padrone di casa: Caruso a rete non perdona, rigore e 11-11 e coach Barbolini ferma subito il gioco. Due attacchi out di Malual e Marsala mette la testa avanti (12-14): il mani out di Dahlke vale il 13-17 ed il secondo time out per la panchina neroverde. Le ospiti allungano ancora con Dahlke (15-19), ma Sassuolo non molla e accorcia le distanze: l’ace di Galletti vale il -2 (18-20) e questa volta è la panchina siciliana a fermare il gioco. Mambelli tiene vive le speranze neroverdi (20-21) ma la Sigel allunga ancora con il primo tempo di Caruso (21-23): l’invasione a rete regala alle ospiti il primo setball (21-24), annullato da Malual ma la solita Dahlke non perdona e chiude in mani out. Finisce 21-25, con Marsala che conquista così la sua prima vittoria stagionale in trasferta.