Incontro con il regista Alvaro Evangelisti e proiezione del suo film “Le quattro case del padrone”

Martedì 26 marzo, ore 21.00, appuntamento al Cinema San Biagio per i “40 anni del Centro Cinema. Il cinema a Cesena”

Comune di CesenaCESENA – Martedì 26 marzo alle 21.00 il Cinema San Biagio ospita l’incontro con il regista Alvaro Evangelisti e la proiezione del suo film “Le quattro case del padrone”. L’appuntamento si inserisce nel programma di iniziative per festeggiare i 40 anni di attività del Centro Cinema Città di Cesena.

Prodotto nel 2003, “Le quattro case del padrone” di Alvaro Evangelisti è ambientato nella campagna cesenate agli inizi del ‘900 e si propone come testimonianza storica dei modelli di vita di quell’epoca, trasmessi attraverso il racconto orale di un anziano fattore. Nel cast Franco Mescolini e Maurizio Ferrini.

Ingresso libero.

La rassegna “40 anni del Centro Cinema (1979-2019). Il cinema a Cesena” proseguirà tra marzo e maggio (in date ancora da definire) con le proiezioni di “Lo sburone” di Franco Mescolini e alcune opere di Corrado Bertoni.

Si ricorda, inoltre, che in occasione del 40° compleanno del Centro Cinema Città di Cesena sono state realizzate due mostre fotografiche, ospitate rispettivamente al teatro Bonci e al San Biagio.

Nel foyer e nei corridoi dei palchi del Teatro Bonci rimarrà allestita fino a domenica 31 marzo la mostra con gli scatti di Raffaele Capponcelli (Pippo Foto) e di Alberto Dradi Maraldi che ritraggono attori e registi transitati dal San Biagio in questi 40 anni.

Nel foyer del San Biagio, invece, si può visitare la mostra documentaria “40 anni del Centro Cinema (1979-2019). Tra star e programmi” che mescola una ventina di foto in bianco e nero sui divi di Hollywood – provenienti dalla prima mostra fatta nel 1980 sul divismo, con foto recuperate da pubblicazioni varie e stampate dal fotoclub dell’epoca, e alcuni dei programmi (da quello della settimana inaugurale a quello della prima edizione di Piazze di cinema), che ne hanno caratterizzato la storia.

La mostra si potrà visitare fino alla fine di aprile.