Imbrattamenti sede ASL, la condanna del sindaco

23
Modena

“Scritte farneticanti che offendono operatori sanitari e vittime della pandemia”. Muzzarelli ha espresso solidarietà alla direttrice Petrini

MODENA – “Quelle scritte farneticanti rappresentano un’offesa per tutti gli operatori sanitari, per i malati e per le vittime della pandemia”. Il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli condanna così l’ennesimo atto di vandalismo a firma no vax che questa volta ha preso di mira la sede dell’Azienda sanitaria in via San Giovanni del Cantone. Per il sindaco, che ha incontrato in mattinata la direttrice generale dell’Asl Anna Maria Petrini per esprimerle la solidarietà della città, è importante che “vengano presto individuati i responsabili dell’ennesimo imbrattamento, dopo quelli avvenuti nei mesi scorsi nelle sedi sindacali”.