Il sapore della terra” il 21 novembre al festival Mente Locale Vignola, Teatro Fabbri

4

VIGNOLA (MO) – Debutta in anteprima assoluta all’VIII edizione di Mente Locale – Visioni sul Territorio, Il sapore della terra il nuovo documentario di Giulio Filippo Giunti che racconta il vasto e variegato territorio dell’Unione Terre di Castelli, attraverso le voci delle persone che lo abitano e che da secoli realizzano prodotti gastronomici speciali. Prodotto dall’Unione Terre di Castelli, con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e in collaborazione con Free U, il lavoro sarà presentato dal suo autore e dai suoi protagonisti, domenica 21 novembre (ore 17) al Teatro Fabbri di Vignola, come evento speciale del festival.

L’Unione Terre di Castelli è un territorio composito ad  alta  qualità  ambientale  e  paesaggistica, ricco di storia, che si estende dalla pianura in provincia di Modena fino ai crinali dell’Appennino, aggregando gli otto comuni di Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena, Guiglia, Marano sul Panaro, Savignano sul Panaro, Spilamberto, Vignola e Zocca. Il documentario di Giulio Filippo Giunti ne racconta le peculiarità attraversandolo in lungo e in largo e incontrandone i suoi abitanti, dagli appassionati agricoltori che si dedicano alla coltivazione delle ciliegie ai castanicoltori delle zone più montane, passando attraverso le colline dei vigneti che danno origine al Lambrusco e soffermandosi ad ascoltare le storie affascinanti di chi da generazioni si occupa di salumi, parmigiano reggiano e aceto balsamico.

Achille, uno storico e profondo conoscitore della storia locale dell’Unione Terre di Castelli è il Virgilio di questo affascinante viaggio che accompagna il regista  e il pubblico a comprendere come i saperi di cui sono depositari gli abitanti di questo territorio affondino le radici nei secoli, favorendone il sedimentarsi della cultura e della passione che ancora oggi contraddistingue la gente di queste terre.

A firmare il lavoro, Giulio Filippo Giunti, autore e filmmaker di lunga esperienza, in particolare nella realizzazione di documentari. I suoi lavori sono stati proiettati a livello nazionale e internazionale, tra i più recenti, Isole gemelle – Dalla Sardegna a Okinawa sul filo della tessitura (2019), documentario che ha attraversato i confini europei, dalla Sardegna al Giappone, riscuotendo un notevole successo di pubblico e critica.

Il sapore della terra è una produzione Unione Terre di Castelli con il supporto finanziario della Regione Emilia-Romagna nell’ambito degli interventi “Progetti di promozione e marketing del territorio”,  prodotto da Marilisa Murgia per Free U

Trailer: https://vimeo.com/646050775

Sinossi

Nel 1577 Giacomo Boncompagni, figlio legittimato di papa Gregorio XIII, invia un proprio emissario alla scoperta del feudo che ha ricevuto in dono dal padre. Nella relazione che l’uomo scrive al termine del suo lungo viaggio, parla di terre abitate da gente ingegnosa, di un territorio vasto e variegato, che si estende dalla pianura ai crinali degli Appennini, un luogo punteggiato di castelli che ha il suo fulcro nel fiorente mercato della città di Vignola.

Oggi queste terre sono ancora abitate da uomini ingegnosi, che fanno tesoro di tradizioni secolari per realizzare prodotti gastronomici unici e speciali e che guardano fiduciosi al futuro del proprio territorio. Un mosaico di voci e luoghi per comporre un racconto che restituisce il ritmo lento del lavoro della terra nel corso delle stagioni e il fascino discreto e profondo dell’unione tra un paesaggio e una cultura secolare custodita all’ombra di maestosi castelli.

Domenica 21 novembre, ore 17, al Teatro Fabbri, Vignola (MO)

Il sapore della terra di Giulio Filippo Giunti

ANTEPRIMA ASSOLUTA

Debutta all’VIII edizione di Mente Locale Visioni sul Territorio,  il documentario sul vasto e variegato territorio dell’Unione Terre di Castelli, raccontato attraverso le voci delle persone che lo abitano e che da secoli realizzano prodotti gastronomici speciali