Il San Biagio festeggia la Giornata mondiale del libro con la proiezione del documentario “Ex libris”

68

cesenaLunedì 23 aprile, ore 16.30, appuntamento al Cinema San Biagio (via Aldini, 24)

CESENA – In tutto il mondo il 23 aprile si festeggia la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, patrocinata dall’Unesco per promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la protezione della proprietà intellettuale attraverso il copyright.

Per l’occasione, lunedì 23 aprile alle 16.30 (giorno di uscita del film nelle sale italiane) al cinema San Biagio sarà proiettato il documentario di Frederick Wiseman “Ex libris: the New York public library”, presentato in concorso al Festival di Venezia del 2017.

A promuoverne la visione, per la rilevanza culturale e di forte impegno politico del documentario, l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB) e Associazione Videoteche Mediateche Italiane (AVI), in collaborazione con I Wonder Pictures (distributore italiano del film).

La pellicola, dalla durata di 197 minuti, è un viaggio appassionante nel sistema bibliotecario di New York, composto da 92 sedi e sostenuto da una gestione mista di fondi pubblici e privati. Nato con l’obiettivo di garantire a tutti i cittadini un equo accesso gratuito alle raccolte, oggi il fondo è diventato cuore pulsante della vita sociale dei newyorkesi. Al di là della loro funzione culturale, Wiseman racconta le biblioteche pubbliche della Grande Mela come luoghi di incontro, inclusione e condivisione culturale.

Il documentario sarà introdotto con un breve intervento curato da Associazione Videoteche Mediateche Italiane.

Ingresso 5 euro, 3 Euro per tesserati AVI o AIB.

Frederick Wiseman

Nato a Boston nel 1930, Frederick Wiseman si laurea in legge, per poi arruolarsi nell’esercito ed insegnare legge alla Boston University. Dopo il concorso forense, decide di dedicarsi all’attività di documentarista. Nel 1969 gira il documentario “Titicut Follies” all’interno di un ospedale psichiatrico del Massachusetts. Affidandosi al concetto di cinema dell’osservazione, negli anni ha filmato anche scuole e parchi pubblici con oltre 40 titoli all’attivo. A Venezia nel 2014 gli è stato assegnato il Leone d’oro alla carriera.