Il Parco della Terramara celebra il solstizio d’estate

6
La Terramara celebra il solstizio d’estate

Domenica 19 giugno, ultimo giorno di apertura, un concerto all’alba e uno notturno, visite guidate fino alle 22.30. È già possibile prenotarsi. Sono 3.000 i visitatori da aprile

MODENA – Il Parco della Terramara di Montale chiude la stagione primaverile 2022 domenica 19 giugno celebrando il solstizio d’estate con due eventi musicali, un concerto all’alba e visite guidate “sonore” dedicate ai suoni antichi, che inizieranno nel pomeriggio e proseguiranno fino a notte e per le quali è già possibile prenotarsi.

Per i più mattinieri, l’appuntamento è alle 5.30, al sorgere del sole che sarà accompagnato dalle musiche di Mozart eseguite dal quartetto d’archi Euterpe con il solista Alessandro Valvo al clarinetto. Il concerto, a cui seguirà una visita alle ricostruzioni del parco, si svolgerà sul prato e si invitano i partecipanti a portare un telo o un cuscino per sedersi sull’erba. L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti (per informazioni: 348 2489134). L’appuntamento fa parte della rassegna Note di passaggio, curata dagli Amici della musica di Modena Mario Pedrazzi.

Dopo il concerto all’alba, per l’ultima giornata della stagione, il Parco della Terramara celebrerà la giornata più lunga dell’anno riaprendo alle 17.30 e prolungando l’apertura fino alle 24 con “Suoni sotto le stelle”: gli archeologi dell’associazione Tramedistoria accompagneranno il pubblico in un’affascinante esperienza sensoriale al buio (con gli occhi bendati finché c’è luce), attraverso l’ascolto di riproduzioni dei più antichi strumenti musicali. Verranno così presentati strumenti musicali in pietra, semi, legno, corno e osso, impiegati come percussioni, fischietti, flauti, trombe, ance, archi e rombi, tra i più antichi creati dall’uomo e ricostruiti sulla base dei rinvenimenti archeologici.

“Suoni sotto le stelle”, per le quali è già possibile e consigliabile prenotarsi, si svolgono alle 17.30; 18.30, 20.30 e 21.30, 22.30. Alle 23, appuntamento intorno al fuoco per condividere un momento musicale unico sotto le stelle.

Dall’apertura della stagione 2022, il 3 aprile, e fino a domenica 12 giugno, sono stati tremila, ritornando ai migliori livelli pre-pandemia, i visitatori che hanno scelto di passare la domenica visitando il parco archeologico della Terramara, gestito dal Museo civico di Modena. E, nell’anno scolastico 2021-2022 le presenze degli studenti sono state 5.510, di cui 3.397 tra aprile e giugno. I visitatori provengono per la maggior parte dal territorio modenese (da Modena città il 26 per cento, dalla provincia il 27 per cento); circa un terzo (il 32 per cento) arriva dal territorio regionale e il 15 per cento da fuori regione.

La Terramara riaprirà domenica 11 settembre per la stagione autunnale che proseguirà fino all’1 novembre. Il nuvo programma di appuntamenti sarà disponibile online sul sito www.parcomontale.it e sui socialnetwork, Facebook e Instagram del Parco.

Per informazioni e prenotazioni: 335 8136948 (dalle 9 alle 13, dal lunedì al venerdì); 059 532020 (negli orari di apertura del Parco); mail: museo@parcomontale.it (assicurandosi di ricevere conferma per le prenotazioni); app ioPrenoto.