Il 29 aprile webinar “Macchine come me? Ian McEwan e l’intelligenza artificiale”

22

Organizzato dal Centro Universitario di Bioetica dell’Ateneo. Alle 17 su zoom e sulla pagina Facebook del Centro. Ospiti, le docenti Carmela Salazar e Monica Mordonini

PARMA – Si terrà giovedì 29 aprile, alle 17, il terzo seminario del ciclo “Imagine Bioethics – Bioetica fra letteratura, arte e diritto. Dialoghi interdisciplinari”, organizzato dal Centro Universitario di Bioetica (UCB) dell’Università di Parma.

L’incontro dal titolo “Macchine come me? Ian McEwan e l’intelligenza artificiale” rappresenta l’occasione per approfondire, ancora una volta e attraverso prospettive diverse, le complesse implicazioni dell’intelligenza artificiale, a partire dalle pagine del romanzo di Ian McEwan.

La letteratura, anche in questo caso, va ‘oltre’, attraverso l’arte dell’immaginazione, diventando strumento essenziale per comprendere il ruolo che la tecnologia sta assumendo nella società contemporanea.

L’incontro, moderato da Antonio D’Aloia, Direttore del Centro, vedrà come relatrici Carmela Salazar, docente di Diritto costituzionale all’Università Mediterranea di Reggio Calabria, e Monica Mordonini, docente di Sistemi di elaborazione delle informazioni all’Università di Parma, dove insegna Intelligenza artificiale.

L’interdisciplinarietà dell’evento consentirà di approfondire il tema in modo complessivo e   ‘trasversale’, cercando di comprendere gli avanzamenti degli studi scientifici in questo campo, le applicazioni concrete dell’intelligenza artificiale, nonché i risvolti di carattere etico, giuridico e sociale di queste nuove tecnologie.

Il seminario si terrà sulla piattaforma zoom e in diretta Facebook sulla pagina del Centro di Bioetica (https://www.facebook.com/ucbunipr)

Link per entrare nella riunione Zoom: https://zoom.us/j/99639370904?pwd=dlh4SXRReGxpTXFWMWk1akpzYks5dz09

ID riunione: 996 3937 0904

Passcode: 757459

Questi i prossimi incontri di “Imagine Bioethics”, in programma sempre alle 17: giovedì 13 maggio seminario dal titolo “Il mondo in frantumi. La sopravvivenza ecologica tra letteratura, etica e diritto”, con Nicolò Scaffai dell’Università di Siena, Alessio Malcevschi dell’Università di Parma e Antonio D’Aloia; giovedì 20 maggio, presentazione del libro Il diritto visto da fuori. Scienziati, intellettuali, artisti si interrogano sul senso della giuridicità oggi, curato da Maria Zanichelli dell’Università di Parma, alla quale parteciperanno Daniele Cananzi, filosofo (Università Mediterranea di Reggio Calabria) e Orlando Roselli, giurista (Università di Firenze).