Il 24 settembre al Lostello della Cittadella convegno per gli Sguardi dal margine di bell hooks

18
ingresso-municipio-parma

PARMA – Gli Sguardi dal margine di bell hooks   Alternative e nuovi mondi sulle tracce di bell – pseudomino  dell’attivita femminista statunitense Gloria Jean Watkin, danno il titolo al Convegno in programma sabato 24 settembre, con inizio alle ore 9.30, al Lostello (Parco della Cittadella), organizzato dalla Casa delle donne di Parma e dal Comune di Parma, realizzato con la collaborazione di EMC2 Onlus e Lostello e con il contributo di Fondazione Cariparma.

Con questo appuntamento la Casa delle donne e il Comune di Parma intendono contribuire alla conoscenza approfondita di bell hooks, una delle più importanti femministe intersezionali, ancora poco conosciuta in Italia, anche se le sue idee costituiscono, sempre più punto di riferimento del movimento femminista in ambito internazionale.

Donna, nera, del sud povero degli Usa, bell hooks, ha incarnato nella sua vita tutte le forme più dolorose dell’oppressione, sino alla loro trasfigurazione in una teoria, che le ha consentito di “comprendere cosa stesse accadendo intorno” a sé e nel suo “intimo”. Inoltre ha sostenuto la necessità di “decostruire” la categoria donna, perché il genere non è l’unico fattore nella costruzione dell’identità femminile, ma lo sono anche la razza e la classe di appartenenza, in una parola le condizioni materiali e sociali in cui è incarnata la vita di ciascun*.

Il margine è il suo contributo teorico, è il luogo dell’emarginazione e dell’esclusione di una larga parte di umanità, che costituisce al contempo il nuovo punto di vista, quello dell’oppresso, che svela e rivendica una storia alternativa. Guardare dal margine è pertanto l’invito a guardare il mondo da un punto di vista critico, mettendo in campo una capacità di decostruzione dei discorsi e delle rappresentazioni dominanti.

Il convegno si aprirà alle 9.30 con i saluti di Elisabetta Salvini, Presidente della Casa delle Donne e di Caterina Bonetti, Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Parma per concludersi, dopo una pausa per un pranzo conviviale, nel pomeriggio, intorno alle 17.30.

La ricostruzione del pensiero e dell’impegno attivo condotto da bell hooks sarà affidato a Maria Nadotti, che ne ha fatto conoscere il pensiero in Italia, e a giovani studiose afro-discendenti e non: Marie Moise, Selam Tesfai, Kha Mohamed Aden, Sabrina Efionay, Mackda Ghebremariam Tesfaù, Mounia El Fasi, Awa Ndiaye Mame, Malamine Drame, Vincenza Perilli, Anna Giulia della Puppa, Carolina Cangini, Silvia Vesco, Cristina Quintavalla.