Il 17 febbraio “Istituti culturali post-Covid: problemi antichi e innovazione”

23

Mercoledì alle 18.00 seconda seduta sul tema della cultura: interverranno Anna Maria Marras (Icom), Luca Dal Pozzolo (Fondazione Fitzcarraldo) e il bibliotecario Tommaso Paiano

MODENA – Le prospettive della cultura alla luce dell’emergenza Coronavirus, assieme alla capacità degli istituti culturali come musei e biblioteche di utilizzare le nuove tecnologie per raggiungere i cittadini e offrire un servizio, è il tema della seduta di mercoledì 17 febbraio della Commissione consiliare speciale “Per ripartire dopo il Covid”, in programma alle 18 in teleconferenza e intitolata “Istituti culturali post-Covid: problemi antichi e innovazione”. Si tratta del secondo appuntamento dedicato alla cultura, dopo che la settimana scorsa al centro della discussione c’era stata la situazione delle realtà che organizzano iniziative dal vivo attive sul territorio.

Durante l’incontro della Commissione, che ha lo scopo di sostenere l’azione dell’Amministrazione nell’affrontare la crisi sanitaria, economica e sociale legata all’emergenza e alla necessità di contenerne la diffusione, interverranno in streaming Anna Maria Marras, coordinatrice della commissione “Tecnologie digitali per i beni culturali” di Icom (International council of museums – Italia), che parlerà de “Il digitale e l’esperienza fisica nei musei dopo la pandemia”, Luca Dal Pozzolo, responsabile delle attività di ricerca della Fondazione Fitzcarraldo di Torino, che si occuperà de “La cultura e il post-lockdown: quali prospettive per il futuro?”, e il bibliotecario e formatore Tommaso Paiano, la cui relazione è incentrata su “Biblioteche e scuole per il sapere ‘partecipato’ e la cittadinanza digitale”. All’incontro parteciperanno, oltre all’assessore comunale alla Cultura Andrea Bortolamasi, anche le principali istituzioni culturali, museali e archivistiche del territorio modenese.

I tre relatori potranno rispondere alle domande dei consiglieri comunali; all’incontro sono stati invitati anche i consiglieri dei Quartieri, con l’obiettivo di condividerne i contenuti.

I cittadini possono contattare l’organismo, che continuerà l’attività fino al 31 marzo, via e-mail, inviando segnalazioni e richieste di informazioni, scrivendo all’indirizzo di posta elettronica commissionecovid@comune.modena.it.