Il 10 giugno “Mafie 3.0”, seminario formativo sulle trasformazioni della criminalità organizzata

12

Alle 16.30 on line. Organizzato dall’Università di Parma con Unicef e Regione Emilia-Romagna, con il patrocinio del Borgo

PARMA – Sarà dedicato alle “Mafie 3.0” e alle trasformazioni della criminalità organizzata un seminario formativo on line in programma per giovedì 10 giugno alle 16.30, organizzato dall’Università di Parma con Unicef e Regione Emilia-Romagna e patrocinato dal Circolo culturale Il Borgo.

Nel corso dell’appuntamento si analizzeranno le dinamiche in atto nell’ambito dei fenomeni mafiosi per comprenderne le metamorfosi e le evoluzioni criminali. Inoltre sarà affrontato il tema di quali strumenti più innovativi possano essere utilizzati oggi nel contrasto e nella prevenzione del crimine organizzato, partendo dalle esperienze di chi è impegnato nella lotta alle mafie.

Il seminario sarà introdotto dai saluti del Rettore dell’Università di Parma Paolo Andrei e della Delegata per l’anticorruzione e la trasparenza Monica Cocconi, responsabile scientifica dell’Osservatorio Permanente Legalità dell’Ateneo. Interverranno poi Sergio De Caprio, noto come “Capitano Ultimo”, capo dell’unità dei Ros dei Carabinieri che arrestò Totò Riina; Nicola Morra, Presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali; Elia Minari, Coordinatore dell’Osservatorio Permanente Legalità dell’Università di Parma e responsabile del corso “Prevenzione e contrasto della corruzione e della criminalità organizzata”; Luciano Garofano, Generale dell’Arma dei Carabinieri in congedo e già Comandante dei R.I.S. di Parma. I lavori saranno moderati da Isotta Cortesi, Coordinatrice di Unicef Parma.

Per ricevere il link per partecipare occorre scrivere una mail all’indirizzo osservatorio@unipr.it.

A ogni partecipante sarà rilasciato un attestato di partecipazione, via mail. Il seminario è inoltre in corso di accreditamento da parte dell’Ordine degli Avvocati di Parma e della Fondazione dell’Avvocatura Parmense.