II Edizione Notte Azzurra: il 20 luglio serata in piscina per beneficenza

12

PARMA – Mercoledì 20 luglio 2022, per il secondo anno consecutivo presso la piscina estiva dello Sport Center “Ercole Negri” (via Cardani 19 – zona Campus), va in scena la Notte Azzurra, evento a scopo benefico che anche quest’anno devolverà il ricavato della serata alle associazioni dell’ANMIC PARMA – Associazione Italiana Mutilati e Invalidi Civili e alla Polisportiva Gioco Parma ONLUS. L’ingresso, dalle ore 19:30, sarà a donazione libera a partire da 5€.

La Notte Azzurra ritorna con un programma ricco di attività, tra cultura, sport e buon cibo, al fine di superare i 3mila euro donati dalla prima edizione.

La serata verrà inaugurata, alle ore 19.00, dalla presentazione del libro “Federica Pellegrini. Vincere, vivere, sorprendere: lo stile libero di una leggenda italiana” (edito DIARKOS) di Stefano Arcobelli, giornalista della Gazzetta dello Sport e inviato a undici Olimpiadi. Modera il giornalista Andrea Del Bue.

Dallo sport raccontato a quello in vasca, la Notte Azzurra entrerà nel vivo dalle ore 20 con la Staffetta 100×100, aperta a tutti coloro, bambini compresi, che vorranno partecipare, con l’obiettivo di superare il record della I Edizione: 10km in 2.17’53’’. Sarà possibile iscriversi via email a info@sportcenterparma.it oppure la sera stessa in loco.

Ad accompagnare l’intero evento, ci saranno cibo e bevande a cura di Muqqa kitchen cafè in collaborazione con Gastronomia Ajolfi che proporrà il fritto misto.

Il ticket d’ingresso potrà essere acquistato con varie modalità: sullo store online tramite l’APP Sport Center Parma o il sito www.sportcenterparma.it e alle casse automatiche il giorno stesso; alla reception dal 13 Luglio.

PROGRAMMA DELLA NOTTE AZZURRA 2022

  • 19.00 Presentazione del libro “Federica Pellegrini. Vincere, vivere, sorprendere: lo stile libero di una leggenda italiana” di Stefano Arcobelli, giornalista della Gazzetta dello Sport
  • 19.30 Apertura serale della piscina estiva, con aperitivi e ristoro a cura di Muqqa kitchen cafè in collaborazione con Gastronomia Ajolfi
  • 20:00 Staffetta Azzurra di nuoto 100×100. Può partecipare chi desidera, bambini compresi. Iscrizione via email a info@sportcenterparma.it oppure la sera stessa in loco.
  • 23:30 Chiusura della piscina

ANMIC PARMA (Associazione Italiana Mutilati e Invalidi Civili) – La storia della sezione di Parma dell’Anmic (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili) nasce nel 1956, anno della sua fondazione, subito dopo la costituzione dell’Associazione a livello nazionale. L’Anmic ha la tutela e la rappresentanza delle persone con disabilità, che supporta nei loro interessi morali e materiali. Opera senza fini di lucro per l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà e nel 1978 è stata riconosciuta Ente Morale dello Stato (D.P.R. 23/12/1978). La sezione provinciale di Parma conta oltre 3 mila associati con disabilità fisica, sensoriale, intellettiva e relazionale e la sua attività di tutela e rappresentanza si estende a tutte le necessità della persona disabile e delle loro famiglie. Le persone vengono accompagnate e supportate dall’associazione nell’ottenimento dei propri diritti in merito al sostegno economico, al collocamento lavorativo, alle agevolazioni, all’assistenza sanitaria e, in generale, all’integrazione sociale, all’inclusione nella comunità, favorendo l’espressione delle abilità. Anmic è da quasi 65 anni impegnata a promuovere, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, nonché in rete con altre realtà del terzo settore, azioni volte a garantire la dignità e la qualità della vita delle persone con disabilità, contro ogni forma di pregiudizio e discriminazione e secondo i principi della Costituzione. Anmic è attiva anche sul fronte della cultura della disabilità, attraverso campagne di comunicazione e sensibilizzazione. La sezione di Parma da sempre partecipa attivamente anche alle manifestazioni a carattere nazionale per la conquista e la tutela dei diritti fondamentali delle persone con disabilità. Questo è lo spirito che informa il suo operato e che ha contribuito alla formazione dello Stato sociale italiano attraverso leggi di settore o dedicate che hanno dato dignità agli invalidi e alle persone con disabilità. Affinché la quotidianità sia una realtà accessibile a tutti e non solo a pochi.

Polisportiva Gioco Parma ONLUS, nasce nel 1983 all’interno del Centro don Gnocchi di Parma; subito si allarga agli ex allievi del Centro abitanti nella Città e nei dintorni; gestita da disabili, diventa presto una delle Polisportive più importanti d’Italia. Fin dalle origini lo scopo è il benessere psico-fisico delle persone e l’integrazione sociale, mediante la pratica sportiva fatta su misura della persona disabile. Tappa importante e segnale di autonomia e ricchezza progettuale è dal 1990 la sede nell’ex Eridania e il nuovo nome: GIOCO. Il quartiere è coinvolto e le attività si moltiplicano, passando dalle discipline di atletica, tennis da tavolo, nuoto e pallanuoto, a quelle del basket in carrozzina, handbike, hockey in carrozzina elettrica, tiro a segno, acquaticità, senza rinunciare a esperimenti promozionali con la vela e il paracadutismo. Le recenti innovazioni sono la canoa e il sitting volley. L’esperienza di 35 anni si trasforma in mission nelle scuole, dove dal 2010 entra con testimonianze di atleti e giochi in palestra con handbike, wheelchair basket, sitting volley e con strumenti didattici come video, gadget e libri di propria produzione. L’adeguamento alle nuove leggi ha imposto la nascita della nuova associazione sportiva dilettantistica GiocoParma A.S.D. in stretta collaborazione con la Polisportiva Gioco ONLUS, con lo scopo di iscriversi e partecipare a gare e campionati con le Federazioni dei vari sport agonistici.

Stefano Arcobelli, giornalista professionista dal 1986 e da trentaquattro anni presenza costante alla «Gazzetta dello Sport». Redattore esperto per gli sport olimpici nuoto ha seguito, come inviato, undici Olimpiadi, nonché i campionati mondiali ed europei di varie discipline: oltre quelle acquatiche, sci nordico, boxe, canottaggio, canoa, baseball, slittino, biathlon, snowboard. Protagonista del blog Questione di Stile, ha curato alcune opere della collezione I miti dello sport e il libro Ali la leggenda. Campione e ribelle. Ha al suo attivo anche diverse esperienze in radio e televisione. Vincitore del Premio Fair Play per il suo prezioso lavoro nel raccontare e promuovere gli sport invernali, è stato insignito del premo Coni-Ussi per le inchieste nel 2011. Nel 2017 è stato premiato come miglior giornalista dell’anno dalla Federazione mondiale del nuoto (Fina).