Hector Ulises Passarella il 24 agosto in concerto a Forlimpopoli

Entroterre Folk. 25° Festival di Musica Popolare: sabato il compositore ritorna  alla Rocca con l’ensemble del Centro del Bandoneòn di Roma

FORLIMPOPOLI (FC) – In occasione del 25° Festival di Musica Popolare, organizzato da Entroterre Festival, sabato 24 agosto, la Rocca di Forlimpopoli ospita l’attesissimo concerto di Héctor Ulises Passarella insieme all’ensemble del Centro Bandoneòn di Roma. È un grande ritorno, dopo circa 16 anni, in terra romagnola, per l’artista uruguayano, che attraverso uno spettacolo unico ed emozionante, celebrerà la bellezza della cultura musicale rioplatense: la musica di Montevideo, di Buonos Aires e il fascino senza tempo del tango.

Héctor Ulises Passarella è molto legato alla città di Forlimpopoli, dove nel ‘91 ha costituito l’Orchestra Sinfonica delle Romagne-Città di Forlimpopoli, che ha diretto fino al ’93 oltre ad avere rivestito, il ruolo di direttore artistico della nona edizione del Festival di Musica Popolare, da lui intitolata “Tango, Sentimento dell’Assenza”.

Compositore raffinato, riconosciuto dalla critica come uno dei più grandi bandoneonisti moderni, interprete del suo strumento dal tocco inconfondibile, Passarella vanta una lunghissima esperienza nel tango e non solo. Ha lavorato accanto a grandi artisti come Ionesco Galati, Leo Brawer, Donati Renzetti, Emidio Greco, Michael Radford e Robert Duvall e in particolar modo, indimenticabile la sua collaborazione con il cineasta Luis Bacalov, per l’esecuzione di tante colonne sonore come quella premiata con l’Oscar nel 1996, del film “Il Postino” con Massimo Troisi, ed ancora, “Milonga” con Giancarlo Giannini, “Assassination Tango” con Robert Duvall.

Nella serata di sabato, Hector Passarella sarà accompagnato dall’ensemble del Centro del Bandoneòn di Roma, quest’ultimo nato nel 2009, da un’iniziativa dell’artista uruguayano, congiuntamente all’Istituto Italo-Latino-Americano e l’Ambasciata dell’Uruguay a Roma.

In occasione del festival, l’artista uruguayano presenterà brani appassionati, come tanti affreschi senza tempo, che hanno fatto la storia del tango, ripercorrendone le epoche attraverso le interpretazioni e le esecuzioni degli arrangiamenti tipici delle grandi orchestre di Montevideo e di Buenos Aires degli anni 50 e 60, fino ai brani di A. Piazzolla, proponendo al contempo, composizioni originali di sua produzione.

In fine, nella giornata di domenica 25 alle ore 17.00, in collaborazione con la Fondazione Casa Artusi, Hector Ulises Passarella sarà inoltre protagonista della conferenza “L’Odissea del tango: Ulises racconta Ulises”, presso la sede della fondazione. Un emozionante viaggio-reportage musicale attraverso il quale, l’artista racconterà se stesso, il suo stile, ripercorrendo le tappe della sua formazione e soprattutto, le esperienze artistiche, gli incontri, che l’hanno reso ciò che è oggi, svelando anche, quel sottile fil rouge, che lega la musica dell’uruguayano, alla città di Forlimpopoli.

Ingresso concerto a pagamento. Interi €10,00 Ridotti € 8,00 Abbonamento 2 Serate 23/24 agosto € 15,00. Ingresso conferenza gratuito.
Per info : www.musicapopolare.net e www.entroterrefestival.it