Gruppo Iren, intesa con le associazioni dei consumatori per fare fronte agli aumenti di luce e gas

36

REGGIO EMILIA – Il gruppo IREN conferma ancora una volta la vicinanza a tutti i propri clienti (circa 2 milioni fra mercato libero e mercato tutelato) contro il rincaro dei costi di luce e gas. Grazie anche al proficuo dialogo avviato con le Associazioni dei consumatori dell’Emilia-Romagna (Federconsumatori, Adiconsum, Lega Consumatori, UDICON, Adoc, Cittadinanzattiva Emilia-Romagna) è stato raggiunto un accordo per attivare da subito azioni concrete di sostegno alla clientela, tra le quali la possibilità di ricorrere alla rateizzazione a condizione di maggiore favore per bollette che rendano difficoltosi i pagamenti da parte delle famiglie, già a partire dalla data della emissione.

Per i Clienti con fatture di importi elevati IREN è disponibile a valutare, per la prima rata, il pagamento di un importo del solo 30% (anziché il 50% come previsto dalla normativa di Legge) e per casi particolari (bollette superiori ai 1000 euro), sempre su richiesta, anche un allungamento del numero di rate, superando il tetto di dieci fissato dalla Legge.

Inoltre, IREN è disponibile, su richiesta dei clienti in difficoltà, a rimodulare piani di rientro/rateizzazioni già in corso, qualora costoro non fossero in grado di rispettare quanto concordato. La rimodulazione delle rateizzazioni in corso e gli altri strumenti oggi approntati e concordati con le Associazioni dei consumatori sono visti nell’ottica di scongiurare eventuali distacchi della fornitura per chi, pur in difficoltà economiche, abbia comunque la volontà di onorare il debito, sia pure dilazionato nel tempo.

La rateizzazione delle bollette è un’opportunità che Iren da sempre offre ai propri clienti (nel solo anno 2021 ne sono state attivate oltre 20 mila). In queste prime settimane dell’anno sono aumentate del 25% le richieste di rateizzazione rispetto all’analogo periodo del 2021.

IREN, esprimendo soddisfazione per l’accordo raggiunto, auspica che si possa raggiungere un accordo anche con le Associazioni dei consumatori degli altri territori di riferimento, proseguendo nell’impegno nell’adottare misure che allontanino ulteriormente lo spettro dei distacchi.