‘Gli anni friulani di Pasolini’ ripercorsi da Gianfranco Ellero

18

Sabato 19 marzo 2022 alle 1030 conferenza nella sala auditorium (via Grosoli 42 Barco – Ferrara). Ingresso libero

FERRARA – In occasione del centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini la biblioteca comunale Bassani di Ferrara ne celebra la figura, ricordandone in particolare ‘gli anni friulani’ di apprendistato poetico, con una conferenza dello storico e saggista Gianfranco Ellero. L’appuntamento è per sabato 19 marzo 2022 alle 10,30 nella sala auditorium di via G. Grosoli 42 (Barco) Ferrara.

L’incontro è a ingresso libero (con Green pass ‘rafforzato’ e mascherina Ffp2).

Info: tel. 0532 797418, mail: info.bassani@comune.fe.it

LA SCHEDA a cura degli organizzatori

Pasolini rappresenta ancora oggi un punto fermo della cultura italiana e internazionale, grazie alla sua capacità di leggere e anticipare le trasformazioni della società contemporanea che ne fanno un autore tuttora originale e di grande attualità.

Gli anni friulani del Poeta sono fondamentali perché è lui stesso a dirci che qui scoprì le “piccole patrie romanze”, oasi linguistiche e antropologiche.

L’attività di Pasolini nel Friuli degli anni Quaranta fu intensa, multidirezionale, frenetica: per darne una rappresentazione, possiamo seguirne l’iter, dalla ricerca sul campo alla sperimentazione letteraria e musicale, sul filo della villotta, “forse il fiore più straordinario della poesia popolare italiana”. E come non ricordare che, maestro davvero eccezionale, iniziava i suoi giovani alunni alla scrittura poetica sfruttando la musicalità e il ritmo della loro piccola lingua materna di tradizione orale e quindi ancora vergine?

L’attività del Poeta in friulano, filologo, etnografo, critico letterario e artistico, organizzatore culturale, insegnante, autonomista, polemista, ruotava intorno e accanto alla Società Filologica Friulana, con la quale intrattenne un rapporto passionale: inizialmente di intenso amore, in seguito di delusione, ma sempre di rispetto. Poi, scrisse Franco Brevini, a Roma e altrove, trascorse la vita a ricordare il Friuli.

Gianfranco Ellero, docente, storico, saggista, conferenziere, pubblicista.
Nato a Fraforeano (Udine) nel 1937, laureato all’Università di Trieste, già docente di materie economiche, è socio ordinario della Deputazione di Storia Patria per il Friuli, membro dell’Accademia di Udine, socio onorario della Società Filologica Friulana.
Biografo di Pier Paolo Pasolini, Carlo Guido Mor, Dora Bassi, Siro Angeli, Candido Grassi e altri, è noto a livello internazionale anche come studioso della vita e dell’arte di Tina Modotti, alla quale ha dedicato numerosi studi in volume e sui giornali.
Collaboratore de “Il Gazzettino” dal 1999 al 2016 e del “Messaggero Veneto” dal 2017, è autore di migliaia di saggi e articoli su altri giornali e riviste, elencati in “Scritti di mezzo secolo” (Provincia di Udine, 2017).

Il programma completo degli appuntamenti culturali della biblioteca comunale Bassani di Ferrara alla pagina: http://archibiblio.comune.fe.it