Giocare all’aria aperta, giocare in sicurezza

8

Avanti con il piano di manutenzione straordinaria dei giochi bimbi nei parchi di Parma

PARMA – 250.000 euro di investimento e un progetto diffuso per mettere in sicurezza i giochi dei bambini nei parchi di Parma. Un impegno importante per l’Assessorato alle Politiche di pianificazione e sviluppo del territorio e delle opere pubbliche guidato da Michele Alinovi. Un piano straordinario di manutenzione che ha investito tutte le aree gioco della città e ha previsto, nella fase preliminare, un censimento capillare sulle strutture installate per valutarne stato d’usura e rispetto dei criteri di sicurezza. I professionisti incaricati hanno quindi provveduto a redigere la programmazione dell’intervento suddividendo, nei diversi parchi, le attrezzature che necessitavano solo di manutenzione, da quelle che dovevano essere rimosse per essere sostituite con altre a norma.

“Nella complessa realtà delle aree attrezzate per il gioco bimbi dei parchi pubblici della città e della sua periferia l’amministrazione si è data come obiettivo quello di garantire la sicurezza nell’attività ludica dei piccoli fruitori dei parchi” vuole sottolineare l’Assessore Michele Alinovi “il diritto al gioco dei bambini, i difficili mesi passati in cui è stato precluso, hanno posto l’attenzione sull’importanza del gioco all’aria aperta, sul suo ruolo di sperimentazione del mondo e di occasione di socializzazione. Abbiamo svolto questo progetto partendo da una mappatura tecnica e puntuale dell’esistente che ha garantito una visione capillare e un intervento che ha potuto applicare in maniera diffusa gli standard di sicurezza richiesti, la conformità ai requisiti tecnici, la corretta distanza, i materiali più idonei e la giusta superficie morbida ed ammortizzante per prevenire traumi. I piccoli fruitori dei nostri parchi sono stati i destinatari di un percorso che ha voluto garantire loro ore spensierate e momenti gioiosi in aree urbane di tutti”.

Per la maggior parte delle strutture è stata sostituita la pavimentazione antitrauma in cemento e gomma, non più recuperabile, con uno strato consistente, secondo le norme di settore, in corteccia smorzacaduta o ghiaino, materiali permeabili e naturali.

Una messa in sicurezza straordinaria delle attrezzature ludiche che ha riguardato 35 istallazioni, la maggior parte delle quali già concluse, inserite in 14 aree verdi cittadine:

– Parco Ferrari – Parco Falcone Borsellino – Parco Martini – Piazzale Lubiana – Parco del Dono –  Piazzale Maestri –  Parco Lavandaie – Parco Laghi Via Jacobs-  Area verde di Via De Curtis – Parco Vezzani – Area verde di Via Fratelli Bandiera – Parco 8 Ottobre – Area verde di Via Dossetti adiacente Esselunga – Porporano

Entro settembre tutti i cantieri saranno conclusi.

Entro agosto verrà avviato il procedimento di gara per individuare la ditta fornitrice delle nuove strutture ludiche, in sostituzione di quelle rimosse e non più recuperabili, per un importo complessivo di  € 250.000. Tali risorse sono il frutto di risorse economiche resesi disponibili a bilancio a fine di luglio e verranno impiegate per l’acquisto di 24 attrezzature nuove inserite in 12 aree verdi cittadine: 7 altalene di diversa tipologia, 10 combinati di diversa composizione e 7 palestrine/percorsi vita.

Le nuove strutture saranno installate in autunno, con apposita pavimentazione smorzacaduta in corteccia, nei seguenti Parchi:

– Parco Augusto Daolio – Parco del Dono – Parco Ferrari –  Piazzale Lubiana – Parco Galeone – Parco Orzi di Baganza – Parco Stefano Vezzani – Area verde di Via Ognibene – Area verde di Via Polizzi – Via Bramante – Parco Caduti di Vigatto per la Libertà – Parco Falcone Borsellino – Piazza Sacco e Vanzetti