Forlì: Tso e bastoni estensibili

7

municipio di forlìLe dichiarazioni del Vicesindaco Mezzacapo

FORLÌ – Il vicesindaco Daniele Mezzacapo torna sulla vicenda dei bastoni estensibili in dotazione alla Polizia Locale al centro dell’ennesima interrogazione del consigliere di Forlì & Co, Federico Morgagni.

“L’accanimento di Morgagni sull’argomento è imbarazzante. Lo invito a riprendere fiato e fermarsi non tanto per rispetto del sottoscritto, quanto per il lavoro e il senso di responsabilità del corpo di Polizia Locale. Con le sue parole sta gettando un pericoloso cono d’ombra sulla regolarità dell’attività dei nostri agenti, impegnati ogni giorno a garantire la pubblica incolumità e il rispetto delle regole di convivenza civile. Nel mettermi in bocca parole che non ho mai pronunciato e che nessuno degli esponenti della maggioranza ha neppure pensato, Morgagni avanza accuse ingiustificabili ed infondate, che inquinano l’etica e lo spirito di servizio dei nostri agenti. Lo ribadiamo per l’ennesima volta sperando che il consigliere di Forlì & Co trovi altro da fare oltre allo spiacevole passatempo di alimentare sterili tentativi di strumentalizzazione. Nella storia della Polizia Locale non sono mai stati eseguiti interventi coercitivi nei confronti di soggetti trattati con Tso o Aso. Il distanziatore al centro dell’interesse del consigliere Morgagni è un di più, uno strumento in dotazione al corpo della Polizia Locale utilizzabile solo in caso di emergenza, incolumità propria ed incolumità altrui. Spero, con questa semplice dichiarazione, di aver quietato l’accanimento di Morgagni” – conclude Mezzacapo – “e soprattutto di averlo dissuaso dal mettere in scena un processo alle intenzioni per il solo gusto di farlo. Vorrei fargli presente che non siamo in tribunale, ma in Comune.”