Forlì estate 2021: la proposta artistica di Accademia Perduta/Romagna Teatri

7

Una vera e propria “Stagione Teatrale” sotto le stelle tra Prosa, Comici, Danza, Operetta
e l’Opera teatrale per voce e musica sinfonica di Simone Cristicchi con l’Orchestra Maderna

FORLÌ – Con l’occasione di uno spazio elegante e magico quale è l’Arena San Domenico – che nell’estate passata ha ampiamente dimostrato la sua potenzialità quale luogo di rappresentazione dello spettacolo dal vivo – l’Amministrazione Comunale di Forlì e Accademia Perduta/Romagna Teatri hanno “reinventato” l’estate teatrale forlivese realizzando una vera e propria Stagione all’aperto!

Un cartellone, cioè, che accolga tutti i diversi linguaggi che caratterizzano l’offerta delle Stagioni del Teatro Diego Fabbri: Prosa, Comicità, Teatro Moderno, Danza, Operetta e l’Opera per voce e musica Sinfonica che vedrà protagonisti Simone Cristicchi con l’Orchestra Bruno Maderna.

Un “Teatro sotto le Stelle” dunque, dove “stelle” saranno anche i protagonisti che, dal 6 giugno al 25 agosto, si alterneranno sul palcoscenico.
Oltre al già citato Cristicchi che, con Paradiso. Dalle tenebre alla luce, affronterà il poema dantesco con il suo sempre originale e sempre poetico punto di vista, gli Artisti che animeranno di emozioni e divertimento l’estate forlivese sono: Sergio Castellitto con lo spettacolo tragicomico Zorro scritto da Margaret Mazzantini; Paola Quattrini e Paola Barale con la commedia graffiante Slot di Luca De Bei; Paolo Conticini nell’autobiografico La prima volta; Francesco Tesei che presenterà nella sua città natale il nuovo show Telepathy con cui sviluppa ed evolve l’arte del mentalismo nel concetto di “telempatia”.
Poi ancora: i Kataklò Athletic Dance Theatre con Back to Dance e la loro consueta e sorprendente energia; i comici Paolo Cevoli, Gabriele Cirilli, Andrea Pucci e Giuseppe Giacobazzi con esilaranti show in cui ripercorreranno i momenti delle loro fortunate carriere e, infine, Corrado Abbati con la sua compagnia di operette nell’allestimento di Sul bel Danubio blu di Johann Strauss.

Ma l’estate teatrale forlivese proposta da Accademia Perduta/Romagna Teatri non termina qui; si anticipa infatti che una programmazione “parallela”, altrettanto voluminosa e composta da altri linguaggi, altre espressioni artistiche, interesserà la Fabbrica delle Candele e sarà presentata entro pochi giorni. Tutti gli spettacoli in programma inizieranno alle ore 21.15.

Il programma in dettaglio

  • Domenica 6 giugno COMICO
    PAOLO CEVOLI
    Show

Lo spettacolo proposto dal celebre comico romagnolo trae spunto dal suo vasto repertorio di esperienze teatrali, televisive e cinematografiche, oltre che dai libri che ha pubblicato.
Un vero e proprio one man show in cui, senza soluzione di continuità, i ricordi del Cevoli bambino a Riccione, della sua famiglia di albergatori, e della sua adolescenza si alternano alla più stretta attualità di ciò che tutta l’Italia ha vissuto durante i mesi primaverili dell’emergenza sanitaria.
Due ore di battute “a raffica” in cui si pone l’accento su vizi e virtù del romagnolo medio, sulla buona tavola della nostra terra e sulla netta superiorità delle donne, delle “azdore”, rispetto all’uomo, superiorità che va avanti fin dai tempi di Adamo ed Eva!
Posto unico 25 €

  • Lunedì 28 giugno COMICO
  • GABRIELE CIRILLI
    Mi piace… di più!
    di Gabriele Cirilli, Maria De Luca, Giorgio Ganzerli, Gianluca Giugliarelli
    regia Gabriele Cirilli

Mi piace… di più è uno spettacolo si costruisce nel tempo. Si allestisce e si perfeziona, replica dopo replica, e non c’è mai una fine nella ricerca della rappresentazione perfetta, perché ogni replica è un debutto, una prova d’attore che Gabriele non disattende mai.
Mi piace… di più si dipana attraverso il backup del cellulare di Gabriele. Scorrono velocemente delle immagini che danno spunto per parlare di cose, di persone, di avvenimenti, vissuti o immaginati con un ritmo veloce e piacevole. Il filo conduttore dello spettacolo è la risata, che si diffonde contagiando immancabilmente anche lo spettatore più scettico e serio.
Il coinvolgimento è totale anche perché chi può rimanere indifferente a un “Mi piace”. Continuamente apprezziamo o siamo apprezzati, giudichiamo e veniamo giudicati. “Mi piace” è la parola chiave della nostra esistenza! Se piaci o ti piace è fatta!
Posto unico 20 €

  • Sabato 17 luglio PROSA
    SERGIO CASTELLITTO
    Zorro
    di Margaret Mazzantini
    regia di Sergio Castellitto

In questo spettacolo, scritto da Margaret Mazzantini, Sergio Castellitto interpreta un vagabondo che ripercorre la storia della sua vita e delle scelte che lo hanno portato a vivere sulla strada e, nel mentre, riflette sul significato della vita. Un uomo ai margini della società, capace di vedere la realtà osservando la vita delle persone “normali”. Capace di restituire, attraverso una sorta di “filosofare” allegro e indefesso, il “sale della vita”, la complessità e l’imprevedibilità dell’esistenza. Uno spettacolo tragicomico ed emozionante.
Posto unico 30 €

  • Mercoledì 21 luglio PROSA
    PAOLA QUATTRINI e PAOLA BARALE
    Slot
    scritto e diretto da Luca De Bei – e con Mauro Conte

Luca De Bei scrive e dirige una commedia divertente, graffiante, a tratti caustica e tagliente. Paola Quattrini è una madre ingombrante, ma anche una moglie ferita e furiosa, una donna difficile, dura, cinica ma anche molto vulnerabile. Paola Barale è una donna all’apparenza più equilibrata, al di sopra degli eventi, ma presto le sue certezze la metteranno a dura prova. Mauro Conte è prima di tutto un figlio. Anche se ormai adulto, è condizionato dai suoi genitori, i cui comportamenti sono spesso spiazzanti e dalle conseguenze imprevedibili. Tre personaggi che si incrociano e si scontrano, perché ognuno in fondo è la vittima dell’altro e quindi ognuno è anche carnefice. Tre personaggi sull’orlo di una crisi di nervi nel tentativo maldestro di trovare un equilibrio con sé stessi e tra di loro. Dietro tutto questo c’è lo spettro del gioco d’azzardo, con il suo fascino ipnotico, che promette quel riscatto, quella rivincita, quella speranza necessaria per andare avanti. Un copione frizzante, dai dialoghi serrati, con ritmo vivace e colpi di scena. Tre difficili prove d’attore perché ogni personaggio è ricco di sfumature, di detto e non detto, di spunti comici e momenti toccanti. Una commedia capace di esplorare l’animo umano in profondità, andando a sfiorare le intimità di una famiglia alla deriva che, solo cedendo a grandi compromessi, può sperare di farcela. I rapporti tra le persone a volte sono molto complicati, ma è proprio questo il bello: a volte una relazione che sembra impossibile, si può trasformare in qualcosa di speciale.
Posto unico 22 €

  • Giovedì 22 luglio COMICO
    ANDREA PUCCI
    Il meglio di
    di Andrea Baccan e Raffaele “Skizzo” Bruscella
    con musiche della Zurawski Live Band
    regia di Dino Pecorella

In origine Andrea Pucci (pseudonimo di Andrea Baccan) svolgeva la professione di gioielliere a Milano. Partecipò poi come concorrente barzellettiere alla trasmissione La sai l’ultima? e, da lì, è partita la sua gavetta. La cifra comica di Pucci è quella del monologo di satira di costume e società moderna con grande coinvolgimento del pubblico. Tra episodi grotteschi della sua adolescenza, il tormentone “è cambiato… tutto!”, problemi di coppia, situazioni assurde e bizzarre e tanta musica dal vivo con l’inseparabile Zurawski Live Band, Il meglio di è un one-man show in cui il celebre comico milanese ripercorrerà gli sketch che lo hanno reso celebre in questi anni.
Posto unico 40 €

  • Mercoledì 28 luglio PROSA
    PAOLO CONTICINI
    La prima volta
    Performance – Reading
    di Paolo Conticini e Luigi Russo
    regia di Luigi Russo

Paolo Conticini legge, canta e racconta un po’ di sé: la famiglia, gli studi, i suoi primi lavori, poi l’incontro con Christian De Sica che gli dà la possibilità di esprimersi come attore… è solo l’inizio di un percorso artistico in continua evoluzione, ricco di soddisfazioni nel cinema, in tv e in teatro.
Tra un aneddoto e l’altro, Paolo legge e racconta le sue prime volte, ma è come se raccontasse la vita di tutti noi: le sue prime volte sono le nostre, i suoi dubbi sono i nostri, così come le occasioni perse e le piccole soddisfazioni. Coincidenze incredibili che narrano cose credibili.
Congiunzioni astrali favorevoli che hanno determinato eventi unici, le cosiddette sliding doors che ognuno di noi ha incontrato nella vita, che hanno inconsapevolmente costruito la struttura portante di una vita originale. Paolo ci confida le sue insicurezze, ci mostra le sue paure e le sue fragilità, permettendoci di vedere cosa c’è dietro l’immagine dell’attore bello e atletico e ci fa scoprire l’essere umano tanto simile a “quel nostro amico della porta accanto”.
Posto unico 22 €

  • Venerdì 30 e sabato 31 luglio OPERA TEATRALE
    SIMONE CRISTICCHI
    Paradiso. Dalle tenebre alla luce
    con Orchestra Bruno Maderna
    dalla Divina Commedia di Dante Alighieri
    di Simone Cristicchi in collaborazione con Manfredi Rutelli
    musiche di Valter Sivilotti e Simone Cristicchi
    canzoni e regia di Simone Cristicchi

A partire dalla cantica dantesca, Simone Cristicchi scrive e interpreta Paradiso, opera teatrale per voce e orchestra sinfonica, racconto di un viaggio interiore dall’oscurità alla luce, attraverso le voci potenti dei mistici di ogni tempo, i cui insegnamenti, come fiume sotterraneo, attraversano i secoli per arrivare con l’attualità del loro messaggio, fino a noi.
La tensione verso il Paradiso è metafora dell’evoluzione umana, slancio vitale verso vette più alte, spesso inaccessibili: elevazione ed evoluzione.
Il viaggio di Dante dall’Inferno al Paradiso è un cammino iniziatico, dove la poesia diventa strumento di trasformazione da materia a puro spirito, e l’incontro con l’immagine di Dio è rivelazione di un messaggio universale, che attraversa il tempo e lo vince.
Lo spettacolo rientra tra gli Eventi collaterali della mostra “Dante. La visione dell’arte” ed è co-prodotto dai Centri di Produzione Teatrale Elsinor e Accademia Perduta/Romagna Teatri, insieme ad Arca Azzurra e Fondazione Istituto Dramma Popolare.
Posto unico 25 €

  • Lunedì 2 agosto DANZA
    KATAKLÒ ATHLETIC DANCE THEATRE
    Back to Dance
    ideazione e direzione artistica di Giulia Staccioli

Back to Dance racconta il ritorno sul palcoscenico degli straordinari danzatori di Kataklò Athletic Theatre, un’occasione in cui condividere il bagaglio di esperienza emotiva maturato negli ultimi mesi. Giocando con l’ironia, con l’energia e con l’intensità proprie dello stile Kataklò, Back to Dance dà voce ai desideri e ai bisogni con cui spesso, ultimamente, ci siamo dovuti confrontare: il camminare liberi tra la gente, facendosi trasportare dal flusso, il sentirsi parte di un tutto che si muove con decisione nella stessa direzione rimanendo solido nonostante le difficoltà, un abbraccio, delicato o scontroso, purché sia fisico, il ritrovarsi a una festa e scatenarsi senza pensieri. Tutto quello che eravamo sembra essere stato messo in pausa, immobile, come in una vecchia fotografia, ma Kataklò decide di schiacciare play e di ricominciare con più energia di prima. L’atletismo e la poesia che hanno reso la compagnia ambasciatrice del Made in Italy nel mondo, tornano sulle scene ad ammaliare e a diffondere vitalità.
Posto unico 25 €

  • Lunedì 16 agosto OPERETTA
    COMPAGNIA CORRADO ABBATI
    Sul bel Danubio blu
    musica di Johann Strauss
    da un’idea di Corrado Abbati

Poco più di 150 anni fa Johann Strauss figlio scriveva quello che sarebbe diventato il manifesto di un’intera epoca: Sul bel Danubio blu. Più che un semplice valzer, il simbolo di un mito che ancora oggi vive e si rinnova generazione dopo generazione. Un’espressione di buonumore, di voglia di vivere. Ecco dunque uno spettacolo pieno di gioia, una grande festa piena di emozioni in una gioiosa atmosfera dove a simpatici aneddoti, immancabili equivoci comici, si unisce una colonna sonora che spazia da brani famosissimi ad altri che saranno una piacevole sorpresa per il pubblico. Una “rivista” dove il ritmo della narrazione e l’armonia degli spunti melodici uniscono e fondono, in una sequenza di allegri e spensierati episodi, gli stilemi delle espressioni teatrali tipiche dell’epoca: dalla commedia all’operetta, dalla musica da ballo all’opera. Uno spettacolo pieno di leggerezza e seduzione dove, ballando un vorticoso valzer, può succedere di innamorarsi, perché questa è musica che scioglie i cuori e scalda l’anima.
Posto unico 20 €

  • Venerdì 20 agosto SHOW
    FRANCESCO TESEI
    Telepathy

In quanto mentalista, Francesco Tesei ha sempre provato a “leggere il pensiero” delle persone, una capacità spesso descritta con la parola “telepatia”. Il periodo che stiamo vivendo, però, ha imposto il concetto di distanziamento sociale come assoluta priorità. È quindi particolarmente importante e attuale tornare al significato etimologico della parola: tele-pathos, che significa – dal greco – “passione condivisa a distanza”.
Con questo nuovo spettacolo, figlio del momento che stiamo vivendo, il mentalista spera di accorciare le distanze tra le persone, tornando a giocare con interazioni fondate sulle parole ma anche sui gesti, azioni, respiri e sorrisi. Per gettare la maschera, vivere emozioni reali e non virtuali, e costruire assieme alla partecipazione attiva del pubblico qualcosa che potremmo definire con un neologismo: “telempatia”. Nessun potere sovrannaturale o paranormale, dunque, ma solo il desiderio e il bisogno di ricominciare a condividere esperienze tipicamente umane, come la meraviglia e lo stupore, in maniera empatica.
Posto unico 25 €

  • Mercoledì 25 agosto COMICO
    GIUSEPPE GIACOBAZZI
    Del mio meglio
    di e con Andrea Sasdelli

Del mio meglio raccoglie vent’anni di palcoscenico. Vent’anni di monologhi in quello che non vuole essere un percorso storico, ma più una sorta di “album delle figurine”.
Sarà una raccolta delle migliori “storie” che Giuseppe ha fatto conoscere e apprezzare tra spettacoli e apparizioni tv. Il tema portante sarà, come sempre, la quotidianità, messa alla berlina e dissacrata con la lente dell’ironia e la comicità. Il tutto condito in “salsa” romagnola, che trasforma ogni cosa raccontata da Giacobazzi in qualcosa di unico e assolutamente originale.
Del mio meglio è uno spettacolo della durata di un’ora e mezza, composto da cavalli di battaglia, uniti con maestria e fluidità, affinché il pubblico possa riascoltare i “pezzi” di cabaret che più ha amato in questi anni.
Posto unico 30 €

PREVENDITE

Sabato 29 e lunedì 31 maggio 2021 dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 18 presso la Biglietteria del Teatro Diego Fabbri.

Giugno: dal lunedì al sabato – mercoledì 2 giugno escluso – dalle ore 10 alle ore 13 presso la Biglietteria del Teatro Diego Fabbri
Luglio e agosto: la Biglietteria del Teatro Diego Fabbri aprirà dal giorno antecedente le date di rappresentazione dalle ore 10 alle ore 13.
Nelle sere di spettacolo la Biglietteria all’Arena S. Domenico aprirà un’ora prima dell’inizio delle rappresentazioni.

Prenotazioni telefoniche (0543 26355): sabato 29 e lunedì 31 maggio 2021 dalle ore 11 alle 13 e dalle ore 16 alle ore 18.
Giugno: dal lunedì al sabato dalle ore 11 alle ore 13 (mercoledì 2 giugno escluso).
Luglio e agosto: dal giorno antecedente le date di rappresentazione dalle ore 11 alle ore 13.

Vendita on-line: Vivaticket da domenica 30 maggio 2021.

In caso di maltempo, gli spettacoli andranno in scena al Teatro Diego Fabbri.

I posti sono numerati.
Gli spettacoli andranno in scena nel rispetto dei protocolli di Legge
per la sicurezza (del pubblico, degli Artisti, del personale addetto) che sono o saranno previsti.
Triage e apertura Arena alle ore 20.15

Informazioni:
tel. 0543 26355 – teatrodiegofabbri@accademiaperduta.it
www.accademiaperduta.it