Forlì, da giovedì sospensione della didattica in presenza nelle scuole superiori

36

municipio di forlìEscluse classi quinte, attività di laboratorio e studenti con disabilità

FORLÌ – Primarie e scuole medie in presenza. Superiori in dad al 100% ad eccezione di laboratori, quinte e ragazzi/e con disabilità.

I Sindaci di Forlì, Forlimpopoli e Galeata, d’intesa con il Presidente della Provincia, hanno adottato ordinanze contingibili e urgenti che dispongono, a partire da giovedì 4 marzo e fino a domenica 14 marzo, la sospensione di tutta la didattica in presenza – con esclusione delle attività di laboratorio – per gli studenti delle Scuole Secondarie di secondo grado ubicate nel territorio dei rispettivi Comuni, fatta eccezione per gli alunni delle classi quinte, per i quali è prevista la presenza in alternanza fino al 50%, e degli studenti/sse con disabilità.

L’ordinanza, maturata all’esito di un confronto costruttivo con l’ufficio scolastico provinciale e i dirigenti scolastici del territorio, è stata condivisa con la Prefettura e sottoposta all’attenzione della Regione Emilia-Romagna.

Il provvedimento, che verte solo sulla didattica delle scuole superiori, non incide sulle scuole medie e sulle primarie le cui lezioni proseguiranno in presenza.

“Pur essendo stato escluso il territorio del distretto forlivese dall’applicazione delle misure più stringenti disposte dall’ultima ordinanza del Presidente Bonaccini, restano comunque valide le considerazioni tecniche ed i rilievi dell’Ausl Romagna in ordine all’aumento dei contagi e alla mutazione del virus. Questo tipo di situazione, anche alla luce del fatto che i plessi scolastici delle Scuole Secondarie di II° grado del nostro comprensorio sono frequentati da molti alunni provenienti dalle aree interessate all’applicazione delle cosiddette fasce “Arancione scuro”, ci ha indotto a disporre forme di chiusura mirata degli istituti scolastici superiori al fine di eliminare, almeno in parte, potenziali aumenti di rischio di contagio anche in questo territorio.”

Nessuna chiusura, dunque, per le scuole dell’Infanzia, Primarie e Secondarie di Primo Grado del distretto forlivese “la cui attività scolastica” – spiegano in una nota congiunta i Sindaci di Forlì, Gian Luca Zattini, Forlimpopoli, Milena Garavini, Galeata, Elisa Deo e il Presidente della Provincia, Gabriele Fratto – “proseguirà regolarmente in presenza, senza alcun tipo di limitazione se non il rispetto rigoroso dei protocolli di sicurezza. Questo perché vogliamo evitare, in relazione ai più piccoli, le difficoltà connesse all’impatto della didattica a distanza sull’organizzazione delle famiglie coinvolte e limitare i disagi di natura psichica che la mancanza di socialità provoca alle generazioni più fragili.”

“Questo provvedimento” – concludono – “è il frutto di un prezioso confronto che ci ha visti in prima linea per l’individuazione di una soluzione efficace volta al contenimento della diffusione del virus tra i più giovani. La Provincia, in quanto direttamente competente nella gestione delle scuole superiori, ha saputo tirare le fila di un percorso condiviso che ha portato all’adozione di un’ordinanza volta prima di tutto alla tutela della salute dei nostri ragazzi e a quella delle loro famiglie.”