Flavia Mastrella e Antonio Rezza sabato 15 e domenica 16 al Teatro Bonci

CESENA – Antonio Rezza e Flavia Mastrella, pluripremiati e proclamati Leoni d’oro alla carriera per il Teatro dalla Biennale di Venezia 2018, sono i fautori di un nuovo linguaggio comunicativo, inimitabile nel panorama teatrale contemporaneo, un connubio di arte figurativa e drammaturgia in grado di esprimere una originalità mai sconfessata. Al genio dei due artisti ERT Fondazione dedica una personale nel 2020 che prende il via da Cesena; una panoramica di tre spettacoli: dopo 7-14-21-28, che andrà in scena al Teatro Bonci sabato 15 e domenica 16 febbraio, arriveranno al Teatro Arena del Sole di Bologna Bahamuth (14 e 15 marzo) e al Teatro Storchi di Modena Fratto _ X (18 e 19 aprile).

Si legge nella motivazione per il Leone d’oro che Antonio Rezza è «l’artista che fonde totalmente, in un solo corpo, le due distinzioni di attore e performer, distinzioni che grazie a lui perdono ogni barriera, creando una modalità dello stare in scena unica, per estro e a tratti per pura, folle e lucida genialità. Flavia Mastrella è l’artista che crea habitat e spazi scenici che sono forme d’arte che a sua volta Rezza abita e devasta con la sua strepitosa adesione; spazi che abita e al tempo stesso scardina, spazi che diventano oggetti che ispirano vicende e prendono vita grazia alla forza performativa del corpo e della voce di Rezza. Da questo connubio sono nati spettacoli assolutamente innovativi dal punto di vista del linguaggio teatrale».

Ecco come gli autori raccontano la storia di 7-14-21-28: «In un paese allo sbando un Uomo è affascinato dallo spazio che diventa numero. La particella catastale dell’ingegno porta l’essere animato a fondersi con la civiltà numerica al declino. Una donna bianca, vestita di rete e di illusione, rimpiange il tempo degli inizi, quando l’amore è solo affanno e poco ancora. Il non senso civico sfugge a chi governa come bestie questo ammasso di carne alla malora. In questo gioco macabro e perverso si affaccia la fiaba allucinata: altro che felici e contenti, qui la nevrosi insegue il capriolo: uno che scappa e l’altro che corre con due gambe che non ne fanno una. Fossimo zoppi faremmo più paura».

Sabato 15 febbraio 2020 alle ore 17.00 Antonio Rezza e Flavia Mastrella saranno alla galleria d’arte Bluklein (Cesena, Via Vescovado 5) per presentare il libro Clamori al vento. L’arte, la vita, i miracoli (il Saggiatore): intervengono Sergio Lo Gatto, responsabile per le attività culturali di ERT Fondazione, Francesco Selvi (autore e regista), Alessio Galbiati (Critico cinematografico e Direttore della rivista Rapporto confidenziale) e Antonio Rizzo (Editore, PeQuod).

Rezzamastrella
Flavia Mastrella e Antonio Rezza si occupano di comunicazione involontaria.
Hanno realizzato tredici opere teatrali (tra cui Pitecus, Io, Fotofinish, Bahamuth,7-14-21-28, Doppia Identità, Fratto_X e Anelante), cinque film lungometraggi (tra cui Escoriandoli, presentato a Venezia nel 1996, Delitto sul Po e Milano Via Padova) e una serie sterminata di corto e medio metraggi. Nel 1991 presentano Barba e cravatta al festival di Avignone.
Flavia Mastrella si occupa inoltre di scultura, fotografia, video-scultura (ha esposto alla GAM, al Mambo e al PAN) e Antonio Rezza di letteratura pubblicando i suoi romanzi con Bompiani (Premio Feronia 2008 con Credo in un solo oblio).
Tra il 1996 e il 1998 collaborano con Tele+ ideando la trasmissione Critico e Critici. Per RAI 3 hanno realizzato nel 2000 il programma Troppolitani. Nel 2008 ricevono il Premio Alinovi per l’arte interdisciplinare e pubblicano con Kiwido la prima raccolta video del loro cinema in bianco e nero Ottimismo democratico.
Nel 2010 presentano a Madrid e a Palencia, Pitecus in lingua spagnola. Nel 2011 presentano 7-14-21-28 al Théâtre de la Ville di Parigi e nel 2013 al Theatre Center Na Strastnom di Mosca.
Nel 2012, edito da Barbès, è uscito il libro – La noia incarnita, il teatro involontario di Flavia Mastrella e Antonio Rezza. Nel 2013 sono stati loro conferiti il Premio Hystrio e il Premio Ubu. Nel 2014 pubblicano con la casa editrice il Saggiatore Clamori al vento. Nel 2016 viene loro assegnato il Premio Napoli; nello stesso anno presentano al Teatro La Mama di New York Pitecus. Nel 2017 ricevono a Montecitorio l’attestato di Unicità nella Cultura e il Premio Ermete Novelli. Nel 2018 viene loro assegnato dalla Biennale di Venezia Il Leone d’oro alla carriera. Nel 2018 realizzano per RAI 3 il programma televisivo “La tegola e il caso”. Nel 2019 La Milanesiana conferisce loro il Premio Rosa d’oro.
Collaborano da diversi anni con TSI La Fabbrica dell’Attore Teatro Vascello e con Teatro Piemonte Europa.

Stagione 2019/2020

Teatro Bonci

Piazza Guidazzi – Cesena
15 e 16 febbraio 2020
sabato e domenica ore 21.00

7-14-21-28
di Flavia Mastrella Antonio Rezza
con Antonio Rezza
e con Ivan Bellavista
(mai) scritto da Antonio Rezza
habitat di Flavia Mastrella
assistente alla creazione Massimo Camilli
luci e tecnica Daria Grispino
una produzione Fondazione Teatro Piemonte Europa, Teatro 91, RezzaMastrella

durata 90 minuti

Informazioni
Biglietteria Teatro Bonci, Piazza Guidazzi – Cesena
tel. 0547 355959 fax 0547 355910 info@teatrobonci.it
Orari di apertura: martedì-sabato ore 10-12.30 e ore 16.30-19. Nei giorni di spettacolo: dalle ore 20 all’inizio spettacolo per gli spettacoli serali, dalle ore 14.30 all’inizio spettacolo per gli spettacoli diurni. Domenica, lunedì e festivi: chiusura, ad eccezione dei giorni di spettacolo con aperture alle ore 14,30 per gli spettacoli diurni; dalle 16,30 alle 19 e dalle ore 20 per i serali
Spettacolo compreso nell’abbonamento teatro 3
Prezzi dei biglietti: intero € 25, ridotto € 18, speciale Giovani e loggione € 15 – prevendita €1.
Prevendita via call center e on-line: 892.234 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 19 e sabato dalle ore 9 alle ore 14 – www.vivaticket.it
cesena.emiliaromagnateatro.com

www.emiliaromagnateatro.com