Festival Letterario Fuori conTesto, Bagno di Romagna 7-9 ottobre

29

BAGNO DI ROMAGNA  (FC) – Torna a Bagno di Romagna, per la sua settima edizione, “Fuori conTesto”, il festival letterario e culturale che per l’occasione trasformerà il territorio dell’alta Valle del Savio in una vera e propria “book valley”. Le vie, le piazze e gli scorci più caratteristici del Comune faranno da sfondo a presentazioni di libri, performance teatrali, esibizioni musicali e ogni altro tipo di attività culturale o ricreativa.

Sarà, come d’abitudine, una festa della lettura a cielo aperto che coinvolgerà scrittori, blogger, giornalisti, studiosi e autori di fama nazionale e internazionale. Numerosi eventi diffusi tra Bagno di Romagna e San Piero in Bagno, nel cuore della “Romagna toscana” e del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi dove il sapere delle parole si combinerà con i sapori di un territorio ricco di storia, tradizioni e profumi.

Nell’autunno intenso dell’appennino tosco-romagnolo ritorna un evento di fondamentale rilevanza per la promozione e lo sviluppo culturale dell’intera comunità. Anche per questo motivo, con la collaborazione delle principali istituzioni, associazioni e strutture ricettive del territorio, il festival letterario “Fuori conTesto” si conferma appuntamento importante nella programmazione turistica del Comune di Bagno di Romagna, in grado di intercettare un pubblico vasto e variegato di visitatori.

Il festival nasce sotto l’egida del Centro Studi Valgimigliani e dall’idea di Deborah Mosconi, Roberto Greggi, Enrico Spighi e Marco Valbruzzi, i quali hanno potuto contare sul sostegno e sull’attiva collaborazione di molte altre persone, associazioni, fondazioni e strutture culturali o economiche che hanno reso possibile l’organizzazione di un simile evento offerto gratuitamente al pubblico. “Fuori conTesto” non è solo un festival; è una sfida e una scommessa per un territorio che vuole dimostrarsi all’altezza delle principali città e dei grandi centri culturali, soprattutto in questa fase complicata prodotta dalla pandemia in corso. Tutti coloro che condividono questo sogno sono benvenuti a Bagno di Romagna, dal 7 al 9 ottobre, per scrivere assieme una piccola pagina di storia.

Descrizione degli eventi del festival “Fuori conTesto”

Numerosi saranno gli ospiti e gli autori che quest’anno daranno vita a dei salotti culturali pubblici, dove “il mondo del libro” incontrerà il “mondo del lettore”. Si comincerà venerdì 7 ottobre, alle ore 18, presso lo storico salottino del Ristorante del Ponte, con la presentazione – in dialogo con Alessio Boattini dell’Università di Bologna – della raccolta di racconti di Francesca Ammoniaci: “I racconti dell’Albergo del Ponte”.

Alle 19.00, presso la piazzetta Don Virgilio Resi, si terrà un evento tutto da gustare in compagnia della ricercatrice, ambientalista e forager, Valeria Margherita Mosca, in serrato dialogo con lo chef stellato Gianluca Gorini. Coordinati dal giornalista e scrittore Davide Buratti, andremo insieme alla scoperta di un mondo affascinante quanto accessibile, quello che all’interno

dei nostri cortili, giardini o parchi, ci offre una grande varietà di ingredienti per arricchire le nostre tavole in modo salutare e sostenibile.

La serata del venerdì si concluderà con un evento per gli appassionati di storia (e non solo). Infatti, alle ore 21, presso la splendida sala di Palazzo Pesarini, lo storico dell’Università Ca’ Foscari, Simon Levis Sullam, presenterà – assieme a Marino Biondi (Università di Firenze) e Marco Valbruzzi (Università di Napoli Federico II) – il suo libro “I fantasmi del fascismo” (Feltrinelli): una riflessione che parte da lontano, da una storia che ha ormai un secolo di vita, ma le cui ombre arrivano fino ai nostri giorni. L’evento, moderata da Mirta Barchi, è organizzato in collaborazione con l’Anpi Alto Savio

Il sabato 9 ottobre è riservato a quattro eventi dal grande valore sociale e culturale. Al mattino, presso la Biblioteca comunale “Walter Toni” si terrà un evento dedicato alle ragazze e ai ragazzi della Scuola primaria “M. Valgimigli”, con laboratori e letture condotti da Milena Crociani (Compagnia Teatro di Latta). Questo progetto di educazione alla lettura è curato da Deborah Mosconi con la collaborazione delle volontarie del progetto “Leggo per te” – Biblioteca diffusa e del Liceo Scientifico “A. Righi” di Bagno di Romagna.

Il sabato pomeriggio, alle ore 16.30, il festival si sposterà nel cortile interno del Palazzo del Capitano per un evento dedicato a grandi e piccini, realizzato in collaborazione con l’Associazione Il Faro di Corzano. Simonetta Lambertini, in dialogo con Enrica Lazzari (Assessore alla cultura del Comune di Bagno di Romagna) e Deborah Mosconi, presenterà il suo libro “Farmastrocche – Cassetta di primo intervento per bambini”: una raccolta di filastrocche medicamentose illustrate e dotate ognuna di un suo “bugiardino”, in cui parole, voce e ritmo si mescolano per escogitare infallibili rimedi di guarigione. L’evento sarà accompagnato delle letture di Valdina Vicchi, mentre tutte le tavole originali, illustrate dall’autrice del libro, saranno in mostra nella sala conferenza di Palazzo del Capitano.

Sempre il sabato, alle ore 18 (cortile di Palazzo del Capitano), il festival proseguirà con la presentazione del romanzo dello scrittore grigionese Andrea Paganini: “Le indagini imperfette” (Rubbettino). Con questo appuntamento, al quale prenderanno parte Roberto Greggi e Marino Biondi, si inaugura la collaborazione tra Fuori conTesto e la Pro Helvetia, l’istituzione del Ministero della Cultura svizzero che si occupa della promozione internazionale delle arti e della letteratura elvetiche.

Il sabato sera, alle ore 21, i riflettori si sposteranno a Teatro Garibaldi per l’assegnazione del prestigioso “Premio Manara Valgimigli” al professor Rosario Pintaudi dell’Università di Firenze: studioso di fama internazionale e tra i più autorevoli papirologi in ambito europeo. La conversazione sarà l’occasione per fare luce su di una disciplina storica fondamentale per conoscere il mondo antico e continuare a illuminare quello presente.

Il festival riprenderà domenica 9 ottobre, alle ore 17, a Bagno di Romagna (Cortile di Palazzo del Capitano) con la presentazione dell’ultimo volume realizzato dal Centro studi valgimigliani in collaborazione con la casa editrice Lindau, che raccoglie tutti gli scritti di Valgimigli ispirati dalla sua passione e dal suo amore per la montagna: “La strada, la bisaccia e la pipa. Scritti di montagna di Manara Valgimigli”. Curatore da Roberto Greggi e con una ricca prefazione di Marino Biondi, il volume offrirà l’occasione per una riflessione sull’importanza della montagna (per Valgimigli e non solo), assieme al direttore editoriale di Lindau, Ezio Quarantelli, e a Marco Valbruzzi.

Alle ore 20, il festival si concluderà con un appuntamento (al Teatro Garibaldi di S. Piero in Bagno) interamente dedicato agli amanti del cinema, della musica e della storia locale, con la presentazione e poi la proiezione (alle 21.30) del film di Paul Meyer “Già vola il fiore magro” (1990), che racconta la dura vita degli emigrati, italiani soprattutto, nelle miniere di carbone, non piacque al governo belga di allora. Tra i suoi protagonisti un cittadino di Bagno di Romagna, Domenico Mescolini, il cui figlio, Pino, racconterà quella storia insieme a Marino Biondi e Roberto Greggi. Al duo musicale Orchestrion, composto da Marco Bartolini e Ilo Ciccio, è affidato invece il compito di riprodurre le atmosfere del film attraverso l’esecuzione di alcuni brani che richiamano la storia dell’emigrazione italiana.

INGRESSO GRATUITO – PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Ufficio IAT Bagno di Romagna (Tel. 0543 911046)

ATTENZIONE: in caso di maltempo l’evento in Piazzetta del Teatro si terrà a Teatro Garibaldi; gli eventi in Cortile di Palazzo del Capitano si terranno nella sala conferenze di Palazzo del Capitano.

PROGRAMMA “FUORI CONTESTO” 2022

Il tema della VII edizione “Poco lontano da qui”

In questa VII edizione vogliamo celebrare il potere della parola di condurci altrove e donarci occhi nuovi. Cos’è più forte di un testo che esplora i mondi e li avvicina?

Quale arma se non il racconto di chi è viandante, di chi deve allontanarsi da un qui?

Come vestire i panni di qualcun altro per osservare il proprio abito da lontano, se non dando spazio a una narrazione? Far parte di una piccola comunità mentre altrove si affronta l’imponderabile, fa crescere il bisogno di vicinanza, connessione, comprensione. Ecco allora che anche una sola parola può sostituire un ponte caduto e tutto può essere poco lontano da qui.

CALENDARIO

Fuori conTesto – Letture sul confine d’Appennino

7-8-9 OTTOBRE 2022

Tre giorni di incontri sull’Appennino tosco-romagnolo

PROGRAMMA
2022

Venerdì 7 ottobre

ore 18 / Ristorante del Ponte

I racconti dall’Albergo del Ponte

Presentazione di Francesca Ammoniaci con l’intervento di Alessio Boattini

ore 19 / Piazzetta del Teatro

Cucinare il giardino

Valeria Margherita Mosca in dialogo con Gianluca Gorini

Modera Davide Buratti. Introduce Enrico Spighi

Grazie alla sua passione di ricercatrice, ambientalista e forager, Valeria Margherita Mosca, in dialogo con lo chef stellato Gianluca Gorini che ben conosce il nostro territorio e le sue risorse, ci conduce in un mondo affascinante quanto accessibile, quello che all’interno dei nostri cortili, giardini o parchi, ci offre una grande varietà di ingredienti di origine vegetale per arricchire le nostre tavole in modo salutare e sostenibile.

ore 21 / Palazzo Pesarini

Fantasmi e ombre dal fascismo 1922-2022  

Simon Levis Sullam in dialogo con Marino Biondi e Marco Valbruzzi

Modera Mirta Barchi

In collaborazione con Anpi Alto Savio

Quattro grandi intellettuali (Piero Calamandrei, Federico Chabod, Alberto Moravia, Luigi Russo) che durante il fascismo hanno mantenuto un atteggiamento di cautela, cedendo talvolta alla collaborazione con il regime, le sue istituzioni o con il mondo della cultura fascista. E che poi, nell’immediato dopoguerra, diventarono noti antifascisti. Attraverso queste quattro biografie, lo storico Simon Levis Sullam, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, nel suo I fantasmi del fascismo (Feltrinelli) torna su un passato scomodo per il nostro paese, per capire quali furono le modalità con cui l’intera società italiana intraprese un complesso percorso, prima di rimozione e poi di espiazione, della “colpa” del fascismo. Un passato pieno di fantasmi che, proprio a cent’anni dall’avvento della dittatura fascista, gettano ombre lunghe anche sul presente.

Sabato 8 ottobre

Biblioteca comunale “Walter Toni”

Poco lontano da qui

Letture per le classi III della scuola primaria di Bagno di Romagna.

Progetto a cura di Deborah Mosconi con la collaborazione delle volontarie di Biblioteca diffusa / progetto “Leggo per te”, le ragazze e i ragazzi del laboratorio teatrale di Compagnia Teatro di Latta e le ragazze del Liceo scientifico “A. Righi” di Bagno di Romagna.

Lettrici e lettori: Ivana Mengozzi; Katerina Francesca Piraccini; Milena Bravaccini; Alice Schiumarini.

Il progetto vuole condurre lo sguardo dei bambini su territori distanti e in situazioni politiche diverse da quelle conosciute, per poi ricondurlo “a casa”, con nuova consapevolezza. Un invito a leggere il mondo con un pensiero fortemente civico e a calarsi, attraverso i libri, nelle vite di altre comunità per capire l’importanza della cooperazione e del vivere insieme, nel rispetto delle diversità e delle reciproche libertà.

ore 16.30 / Cortile Palazzo del Capitano

Farmastrocche. Cassetta di primo intervento per bambini

Simonetta Lambertini in dialogo con Enrica Lazzari, modera Deborah Mosconi

Con letture di Valdina Vicchi

Da una serata passata ad ascoltare il dialetto sampierano in filastrocche, proverbi e aneddoti preziosamente raccolti da un gruppo di donne dedite al recupero e alla valorizzazione della cultura del territorio e delle sue tradizioni, l’autrice Simonetta Lambertini prende spunto per dare forma a un libro-cassetta di primo intervento. Il contenuto? Dieci “farmastrocche” illustrate, ognuna dotata di bugiardino, con tutte le indicazioni e le precauzioni d’uso utili alla loro somministrazione. Parole, voce e ritmo mescolati insieme per escogitare sistemi infallibili di guarigione e cura. Una cura che silenziosa e potente si fa spazio nel tempo, passando da mamma a figli, da figli a nipoti… Di generazione in generazione.

Evento per grandi e piccoli, realizzato in collaborazione con l’Ass. Il Faro di Corzano. Tavole originali, illustrate dall’autrice, in mostra nella sala conferenze di Palazzo del Capitano.

ore 18 / Cortile Palazzo del Capitano

Le indagini imperfette

Andrea Paganini in dialogo con Marino Biondi e Roberto Greggi

Si inaugura con questo appuntamento la collaborazione tra Fuori conTesto e la Pro Helvetia, l’istituzione del Ministero della Cultura svizzero che si occupa della promozione internazionale delle arti e della letteratura elvetiche. Il nostro festival tiene a battesimo l’esordio narrativo del grigionese Andrea Paganini, autore di un voluminoso romanzo storico che ricostruisce un oscuro omicidio avvenuto tra la Valtellina e la Val Poschiavo nel maggio 1945, in uno dei momenti più drammatici della nostra storia novecentesca.

ore 21 / Teatro Garibaldi

Consegna del Premio Valgimigli a Rosario Pintaudi

Rosario Pintaudi in dialogo con il sindaco Marco Baccini, Giovanni Benedetto, Marino Biondi, Roberto Greggi, Marco Valbruzzi

Vincitore del Premio Valgimigli 2022 è Rosario Pintaudi. Studioso di fama internazionale, è uno tra i più autorevoli papirologi in ambito europeo. La conversazione con lui sarà l’occasione per fare luce su di una disciplina storica fondamentale per conoscere il mondo antico. Difficile e affascinante disciplina sempre in bilico tra scavi archeologici e grande esperienza per decifrare le scritture fragilmente conservate dai papiri, sottratte alla mano distruttrice del tempo.

Domenica 9 ottobre

ore 17 / Cortile Palazzo del Capitano

La strada, la bisaccia e la pipa, scritti di montagna di Manara Valgimigli

Marino Biondi e Roberto Greggi in dialogo con Ezio Quarantelli e Marco Valbruzzi

Di recentissima pubblicazione, La strada, la bisaccia e la pipa è l’ultimo volume realizzato dal Centro studi valgimigliani in collaborazione con la casa editrice Lindau, che raccoglie tutti gli scritti di Valgimigli ispirati dalla sua passione e dal suo amore per la montagna. Sono pagine di grande nitore stilistico in cui i ricordi si intrecciano, come avviene spesso in Valgimigli, con la riflessione sul presente. L’atto del camminare diviene stimolo continuo per riflettere sul perché delle cose e la sapienza dell’antico trae nuova linfa da questi innumerevoli e faticati passi, che si riversano in questi racconti e brevi memorie ricche di inesausta vitalità.

ore 20 / Teatro Garibaldi

Già vola il fiore magro

Pino Mescolini in dialogo con Marino Biondi, Roberto Greggi

Con musiche del Duo Orchestrion

ore 21.30 proiezione del film (Paul Meyer, 1960, Belgio, 82′)

Il film Già vola il fiore magro, girato nel 1960 dal regista belga Paul Meyer, a pochi anni dalla tragedia di Marcinelle, ha patito la sorte di altre pellicole di denuncia sociale: raccontare, senza infingimenti, la dura vita degli emigrati, italiani soprattutto, nelle miniere di carbone, non piacque al governo belga di allora. Sono occorsi quasi sessant’anni perché al film fosse concesso di uscire dall’oblio. Tra i suoi protagonisti un nostro concittadino, Domenico Mescolini, il cui figlio, Pino, racconterà quella storia insieme a Marino Biondi e Roberto Greggi.

INGRESSO GRATUITO

Prenotazione consigliata

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:
Ufficio IAT Bagno di Romagna
Tel. 0543 911046

[In caso di pioggia gli eventi in Cortile di Palazzo del Capitano si terranno nella sala interna.]

Ideazione e organizzazione: Roberto Greggi, Deborah Mosconi,Enrico Spighi, Marco Valbruzzi
Realizzato da: Centro Studi Valgimigliani
Promosso da: Comune di Bagno di Romagna
Con il sostegno di: APT servizi e Destinazione Romagna
Con il supporto di: Tre Terme; Hotel Tosco Romagnolo
Con la collaborazione di: Ufficio IAT Bagno di Romagna; Rifugio Trappisa di Sotto; Biblioteca Comunale “Walter Toni” e progetto “Biblioteca diffusa”; Associazione “Il faro di Corzano”.
Con la collaborazione speciale delle ragazze e dei ragazzi del Liceo Scientifico “A. Righi” di Cesena (sede staccata di Bagno di Romagna)
Edizione 2022 > con il patrocinio di Pro Helvetia.

LUOGHI FUORI CONTESTO

San Piero in Bagno

Teatro Garibaldi, via Cavour 38/40

Ristorante del Ponte, via Cavour 42

Palazzo Pesarini, via Verdi 2

Piazzetta del Teatro, via del Teatro (piazzetta Don Virgilio Resi)

Bagno di Romagna

Palazzo del Capitano (e Cortile), via Fiorentina 38

Biblioteca comunale “Walter Toni”, via Fiorentina 36