Ferrara: parrucchieri ed estetisti aperture dalle 7 alle 23, weekend compreso

31

municipio-ferraraFabbri: “La flessibilità è necessaria per chi deve ripartire rispettando le norme di sicurezza sanitaria”

FERRARA – “Per ripartire in sicurezza c’è bisogno anche di flessibilità: per questo a Ferrara da lunedì prossimo parrucchieri, estetisti, tatuatori e tutte quelle attività che offrono servizi di cura alla persona, e che sono ferme da settimane, potranno tenere aperto dalle 7 del mattino fino alle 23 di sera organizzando il lavoro nel modo più adatto alle esigenze della clientela”.

Così il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, annuncia la firma dell’ordinanza sindacale che prevede un ampliamento degli orari di apertura delle attività del settore cura alla persona, che sarà possibile a partire da lunedì 18 maggio 2020.

“A causa dell’emergenza sanitaria, del prolungato lockdown e delle nuove regole per il contenimento del contagio da Coronavirus, queste attività risultano tra le più penalizzate e tra quelle per cui la ripartenza richiederà i maggiori sforzi, anche organizzativi. Dopo settimane di fermo, infatti, queste imprese ora dovranno ripensare completamente l’impostazione del lavoro e l’accesso della clientela, adattando spazi e tempi alle nuove norme sanitarie – spiega il sindaco -. Per questo ci è sembrato doveroso sostenerle rendendo più ampio e flessibile l’orario di lavoro, lasciando libera ogni attività di decidere quando e come offrire il proprio servizio. La decisione è stata condivisa con le Associazioni di categoria e, ne siamo certi, contribuirà a favorire la ripresa anche di questo settore”.

L’ordinanza prevede per gli operatori che offrono servizi di cura della persona come parrucchieri, barbieri, istituti di bellezza, estetisti e tatuatori del territorio comunale di Ferrara la possibilità di restare aperti al pubblico in tutti i giorni della settimana, domenica e festivi compresi, dalle 7 fino alle 23. Il provvedimento è mirato ad andare incontro alle esigenze di un settore che richiede una tipologia di attenzioni e di precauzioni particolari per la tutela della salute dei cittadini e che deve adeguare la propria attività professionale alle misure volte al contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

L’ampliamento degli orari di apertura al pubblico rimarrà valido fino al 31 dicembre 2020. Gli esercizi interessati alla modifica degli orari all’interno delle nuove fasce di tempo potranno provvedere a rendere pubblica la scelta del loro nuovo orario attraverso la semplice esposizione di un cartello, da affiggere sul luogo d’ingresso dei locali commerciali. Ovviamente, nella ripresa della loro attività, gli operatori di questo settore dovranno attenersi a tutte le prescrizioni nazionali e regionali legate alla Fase 2 dell’emergenza Covid-19.