“Fa’ la casa giusta!”, dal 18 marzo nuovo bando per gli alloggi comunali

32

Prosegue il piano di potenziamento delle politiche abitative: oltre al nuovo bando, nel corso del 2023 sono stati recuperati oltre 300 alloggi e altri 200 sono l’obiettivo del 2024

PARMA – L’11 marzo, nel quadro del progetto sull’abitare sociale “Fa’ la casa giusta!”, il Comune di Parma ha annunciato che dal 18 marzo al 29 aprile sarà disponibile il nuovo bando generale per accedere agli alloggi comunali. La graduatoria che verrà formulata in seguito al bando, già approvato in Consiglio Comunale, rimpiazza e sostituisce la precedente, risalente al 2020.

Il nuovo regolamento per migliorare l’accesso all’offerta abitativa del Comune di Parma è il risultato di un confronto con le organizzazioni sindacali degli inquilini, il Comune e ACER Parma. Si concentra sulla semplificazione e l’efficienza del processo di assegnazione degli alloggi, introducendo nuovi criteri e una competa informatizzazione delle procedure. Questo include la digitalizzazione delle domande, che potranno avvenire esclusivamente tramite SPID attraverso il portale online di ACER Parma.

I punteggi saranno rimodulati rispetto al passato, per favorire giovani under 36 (per la prima volta con un punteggio ad hoc), nuclei mono genitoriali, persone con disabilità, anziani, e altri soggetti fragili. Una significativa novità per il prossimo bando è il suo prolungamento a 4 anni, con l’introduzione di periodi annuali durante i quali sarà consentito presentare nuove domande o aggiornare quelle già depositate.

Il potenziamento delle politiche abitative è testimoniato anche dagli importanti interventi di recupero di alloggi che da anni erano in disuso: oltre 300 appartamenti ristrutturati nel 2023, altri 200 come obiettivo del 2024.  La riqualificazione di questi appartamenti è stata possibile nel 2023 grazie ad un investimento complessivo di 5.6 milioni di euro, con il ruolo importante di Fondazione Cariparma, ACER Parma, Regione Emilia-Romagna e Comune di Parma.

“Le politiche abitative sono uno dei cardini del nostro mandato, per contribuire a rendere Parma sempre più accogliente e giusta. Il nuovo bando va proprio in questa direzione, per rispondere a criteri di correttezza, trasparenza ed equità” commenta il Sindaco Michele Guerra “Gli importanti risultati che stiamo ottenendo con Fa’ la Casa Giusta dimostrano il concreto impegno dell’amministrazione nel rispondere alle necessità abitative della comunità. Gli oltre 300 alloggi restituiti alla città nel 2023 sono un risultato storico, che continueremo ad ampliare nel 2024 con altri 200 alloggi. Appartamenti che da tanti, troppi, anni versavano in stato di abbandono. Restituirli a chi ne ha bisogno è una vittoria di cui sono particolarmente fiero e per cui ringrazio l’Assessore Brianti, le persone che con lui hanno collaborato, la Regione Emilia Romagna e tutte le realtà che credono e investono in questo progetto” 

“La Regione è fortemente impegnata per il diritto alla casa, a fronte di un’emergenza abitativa in crescita” afferma Barbara Lori, assessora alla Programmazione territoriale, Edilizia e politiche abitative della Regione Emilia-Romagna. “In questi ultimi 4 anni abbiamo finanziato interventi per riqualificare alloggi ERP, per nuovi alloggi di Edilizia residenziale sociale, il rifinanziamento del Fondo per l’affitto e il Patto per la casa a fianco dei Comuni per la gestione degli alloggi sfitti. Uno sforzo economico per complessivi 240 milioni di euro. Esprimo grande apprezzamento per la scelta del sindaco Guerra e dell’assessore Brianti nell’individuare come prioritario il tema della casa con il progetto Fa’ la Casa Giusta”

“Prosegue l’impegno di tutta l’amministrazione per potenziare l’offerta abitativa in città. Il nuovo bando andrà incontro a tutte le fasce della popolazione più in difficoltà. L’aggiornamento della graduatoria è infatti strategico per dare risposte reali al mutato quadro dell’emergenza abitativa in città – commenta Ettore Brianti, Assessore alle Politiche SocialiIl numero di alloggi che stiamo restituendo alla città è un risultato importante, ma è solo l’inizio di un percorso che continuerà a vederci impegnati anche nei prossimi anni, al fine di garantire a tutte e tutti il diritto ad un alloggio degno. Gli uffici interessati hanno lavorato alacremente affinché il nuovo avviso pubblico uscisse in questo momento e a tutti loro va il mio ringraziamento”.

“Anche Acer Parma, quale gestore del patrimonio comunale, si è fortemente prodigata sia per rispettare i piani straordinari di ripristino degli alloggi vuoti, che per fornire al Comune di Parma tutto il supporto per la ricezione delle domande del nuovo bando, mettendo a disposizione la propria piattaforma informatica con accesso diretto tramite spid” conclude Loretta Losi, Presidente di ACER Parma

Requisiti obbligatori per fare domanda

Per concorrere all’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica è necessario possedere tutti i seguenti requisiti definiti dalla normativa regionale:

  1. Cittadinanza italiana o altra condizione ad essa equiparata.
  2. Residenza anagrafica o attività lavorativa nel Comune di Parma.
  3. Residenza anagrafica o attività lavorativa nell’ambito territoriale della Regione Emilia-Romagna da almeno 3 anni.
  4. Non avere la proprietà di un alloggio, ovunque ubicato, per una quota superiore al 50%.
  5. Non avere avuto precedenti assegnazioni di alloggi o finanziamenti agevolati dallo Stato o altri Enti pubblici al fine di realizzare o acquistare un alloggio.
  6. Valore ISEE non superiore a € 17.428,46 e valore del patrimonio mobiliare non superiore a € 35.560,00.
  7. Il titolare della domanda non deve essere già in possesso di un contratto di edilizia residenziale pubblica con ACER Parma.

Per la presentazione della domanda occorre il pagamento di n. 1 marca da bollo da € 16,00.

Tempistiche massime del bando previste dal regolamento comunale 

  • Apertura bando: 18 marzo 2024
  • Chiusura bando: 29 aprile 2024
  • Pubblicazione graduatoria provvisoria: 28 giugno 2024
  • Chiusura ricorsi graduatoria provvisoria: 28 luglio 2024
  • Pubblicazione graduatoria definitiva: 27 agosto 2024

Supporto per la presentazione delle domande online

Per il periodo di apertura del bando, sarà fornito supporto a chi avesse problematiche a compilare la domanda tramite SPID con sportelli attivati ad hoc presso le sedi dei sindacati degli inquilini abilitati:

  • SUNIA APU Parma – Via Pozzuolo del Friuli, 13
  • SICET Parma – Via G. Lanfranco, 21
  • UNIAT Parma – Via F. Bernini, 5/a
  • ASSOCASA Parma – Via G. Borghesi, 16
  • CONFCONSUMATORI-APIA Parma – Via G. Mazzini, 43

Richieste di informazioni

Per il periodo di apertura del bando, sarà possibile per ottenere informazioni grazie ad un numero telefonico dedicato: 0521-215.215 e sarà possibile mandare una email a: bando.erp@comune.parma.it

Inoltre è possibile consultare il sito internet istituzionale del Comune di Parma nella Sezione “Politiche Abitative” (www.comune.parma.it) e di ACER Parma (www.aziendacasapr.it).

Saranno disponibili per informazioni anche i seguenti sportelli:

  • Comune di Parma – Sportello Multifunzionale Casa – Viale Vittorio Bottego, 2/A
  • ACER Parma – Via Garibaldi 46/O 

Cos’è il progetto Fa’ la Casa Giusta 

“Fa’ la casa giusta! Parma Abitare Sociale” è il programma messo in campo dall’Amministrazione in cui sono definiti gli obiettivi e le strategie attuative per l’abitare sociale a Parma. Si tratta di un piano ambizioso, per fornire riposte concrete alle necessità dell’abitare. Si articola su più fronti e prevede investimenti cospicui ed il coinvolgimento di vari enti ed istituzioni della città.

Gli obiettivi che si è posto il Comune riguardano il nuovo quadro conoscitivo sull’abitare, il piano straordinario di recupero di alloggi ERP, la rigenerazione urbana e l’attuazione di finanziamenti PNRR, nuovi programmi di social housing, il sostegno all’abitare sociale e il supporto all’autonomia abitativa, l’incontro domanda e offerta per la fragilità abitativa, il potenziamento degli uffici comunali e la convivenza fra anziani e studenti a scopo di un mutuo supporto.