Ex ospedale militare di Piacenza

21

Il commento della sindaca Tarasconi. “Investimento sul futuro di Piacenza e del Paese. Occorre fare squadra anche per reperire i fondi necessari”

Palazzo Mercanti_500PIACENZA – “La ratifica ministeriale del Protocollo d’intesa per il recupero dell’ex ospedale militare è sicuramente una tappa importante in un pluriennale percorso di rigenerazione urbana, avviato dalla precedente Amministrazione comunale, che può valorizzare al meglio, per il futuro, la presenza della Facoltà di Medicina in lingua inglese dell’Università di Parma. Un obiettivo che non si può non condividere – sottolinea la sindaca Katia Tarasconi, commentando la notizia diffusa oggi dalla Regione Emilia Romagna – ma per il quale occorre che la sinergia e l’unità di intenti dimostrate sin qui, tra tutte le istituzioni coinvolte, siano tali anche sotto il profilo delle risorse finanziarie necessarie per realizzarlo”.

“Parliamo – aggiunge Tarasconi – di un intervento di riqualificazione che si preannuncia complesso e che richiederà investimenti considerevoli, cui il Comune di Piacenza non può far fronte da solo, a maggior ragione nell’attuale contesto di crisi ed incertezza economica. Per questo confido sin d’ora che avvieremo al più presto un nuovo iter di confronto e dialogo tra tutti i soggetti che credono in questo progetto, a cominciare dal Governo, dai Ministeri della Salute e dell’Università: far crescere il corso di laurea in Medicine and Surgery significa investire su una sanità più qualificata, innovativa e di dimensione internazionale. Non solo sul futuro di Piacenza, ma su una componente fondamentale per il futuro del Paese”.

“Sono certa – conclude la sindaca – che anche la Regione Emilia Romagna, che sin qui ha accompagnato con grande impegno ogni passo di questo cammino, sarà al nostro fianco: per dare gambe a questo piano di recupero, che può avere un ruolo strategico per il futuro della città, è essenziale che si continui a fare squadra anche per reperire i fondi che occorreranno”.