Ettore Masoni, testimone di fede e libertà

RUSSI (RA) – L’Associazione culturale “Ettore Masoni”, con il patrocinio del Comune di Russi e della Parrocchia di Sant’Apollinare, e con la collaborazione di Capit Ravenna e Bcc ravennate forlivese e imolese, promuove una giornata di studi su “Ettore Masoni, testimone di fede e libertà nel 70° della morte (1949-2019)”. L’incontro, che vuole ricordare un protagonista del cattolicesimo e della vita civile di Russi negli anni compresi tra il fascismo, la lotta di liberazione e la nascita della Repubblica Italiana, si svolgerà sabato 15 giugno (dalle ore 10.00 alle ore 12.30) al Centro Culturale Polivalente (Via Cavour, 21) della città. Insieme al neo sindaco di Russi Valentina Palli e al parroco don Pietro Scalini, interverrà lo storico e scrittore Paolo Poponessi, che effettuerà la relazione generale, cui seguiranno le comunicazioni di Rita Mazzotti, Jana Melandri, Elio Pezzi, Pietro Vanicelli e Raffaella Verità.
Ettore Masoni (1889-1949) è stato un personaggio importante per l’intera città di Russi, dove è vissuto dal 1919 al 1949, lavorando quale direttore del Credito romagnolo. Masoni, cofondatore del Partito popolare di Faenza e consigliere comunale della città manfreda, quando nel 1919 si trasferì a Russi per motivi di lavoro, si coinvolse immediatamente nella vita religiosa e sociale della comunità. Gli furono affidati infatti diversi incarichi, tra cui quello di presidente dell’Azione cattolica, dell’Asilo Farini, della Conferenza S. Vincenzo de’ Paoli e delle Acli, nonché quello di priore della Confraternita del SS. Sacramento. Sul piano civile, Masoni ricoprì, tra gli altri, il ruolo di presidente del Comitato civico, del Comitato per l’assistenza alle vedove e agli orfani di guerra e dell’Ente comunale di assistenza, oltre all’incarico di sindaco revisore di vari enti ed associazioni. Sul piano politico, Masoni è stato presidente del locale Cln, prima e dopo la lotta di liberazione, consigliere del Comitato provinciale dell’Associazione combattenti, segretario comunale Dc e segretario amministrativo provinciale dello stesso partito.