Estate Farnese tra cinema, il magnetismo di Anna Foglietta e la comicità di Ale e Franz il menù di questa settimana

10

PIACENZA – Proseguono gli appuntamenti dell’Estate Farnese, che anche la prossima settimana affiancheranno, alle proiezioni del “Cinema sotto le stelle” a cura di Cinemaniaci e Arci all’arena Daturi – da lunedì 18 con inizio anticipato alle 21.30 tutte le sere, anziché alle 21.45 – le suggestioni del teatro, portando a Piacenza la comicità di Ale e Franz (protagonisti di “Dire, fare e scappare”) e l’intensità di Anna Foglietta, nel monologo “La bimba col megafono”.

Sarà proprio l’attrice romana, martedì 19 luglio alle 21.30, a portare in scena, non a Palazzo Farnese come inizialmente previsto, ma nella cornice dell’ex convento di Santa Chiara, lo spettacolo scritto insieme a Marco Bonini, per la regia di Francesco Frangipane, produzione del Teatro Stabile dell’Abruzzo e di Stefano Francioni. Tra ricordi e brani musicali, prenderà vita una confessione tragicomica recitata e cantata dalla talentuosa attrice romana, lungo “le montagne russe di una vita senza misure”, per riflettere sui grandi temi dell’esistenza, sulla libertà e la rivoluzione, seguendo il cammino di una donna, la protagonista, tra vette altissime ed euforiche discese, sino al più profondo sconforto. I biglietti già acquistati restano ovviamente validi anche per la nuova location; chi ancora non li avesse li può trovare su Ticketone, a Palazzo Farnese dalle 10 alle 13 nella mattinata di martedì 19 o, la sera stessa della rappresentazione, a partire dalle 19.30, al civico 11 di Stradone Farnese dove si terrà l’evento.

Si torna invece al palco di Palazzo Farnese giovedì 21, sempre con inizio alle 21.30, per ridere insieme ad Ale e Franz, due ex ragazzi che hanno superato la boa dei cinquant’anni e, nel riflettere sul senso della vita e dell’amore, saranno travolti dai colpi di scena del destino, con effetti sconvolgenti ma esilaranti in una vera e propria commedia degli equivoci scritta da Francesco Villa, Alessandro Besentini e Alberto Ferrari (cui è affidata la regia), con l’organizzazione di Carmela Angelini e la produzione esecutiva di Michele Gentile. Biglietti su Ticketone, due ore prima dello spettacolo a Palazzo Farnese o, per tutte le modalità di acquisto, contattando il 331-3821441 dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 per le informazioni a riguardo.

Per il cinema all’aperto, ad aprire la settimana sarà, lunedì 18 luglio alle 21.30 per la rassegna “Accadde domani””, la proiezione del documentario “Bella ciao – Per la libertà”, di Giulia Giapponesi alla presenza dell’autrice, che incontrerà il pubblico prima della visione del film e per un dibattito al termine, in una serata targata “Premio Cat” come tutte quelle che prevedono gli incontri con registi e interpreti. Martedì 19 sarà la volta di “A Chiara”, di Jonas Carpignano: nel trentennale della strage di via D’Amelio, la proiezione sarà introdotta da Gessica Monticelli e altri rappresentanti del coordinamento di Libera.

Mercoledì 20, in lingua originale con sottotitoli in italiano, “Licorice pizza” di Paul Thomas Anderson, commedia romantica che vede Sean Penn accanto ad Alana Haim e Cooper Hoffman, la cui visione sarà preceduta da un momento letterario organizzato in collaborazione con la libreria Fahrenheit, dedicato a “Tom Waits. La voce e l’oblio” della giornalista Eleonora Bagarotti, che racconta il leggendario cantante americano nel cast della pellicola.

Giovedì 21, a precedere la proiezione di “Full Time – Al cento per cento”, per la rassegna “Cinema al Lavoro”, interverrà il segretario generale della Cgil Ivo Bussacchini, in una serata strettamente correlata al Premio Cat il cui tema, per il 2022, sarà proprio il lavoro.

Venerdì 22 luglio, volti iconici del cinema italiano contemporaneo: Marco Giallini e Giampaolo Morelli protagonisti di “C’era una volta il crimine” di Massimiliano Bruno, mentre sabato 23, alle 21.30 sarà la musica di un personaggio senza tempo ad accendere gli animi: sul grande schermo dell’Arena Daturi “Elvis”, di Baz Luhrmann, con Austin Butler, Tom Hanks ed Helen Thomson.