Equipaggiati con cercametalli, caccia al tesoro per i bimbi

6

Sabato 23 aprile nel campo sportivo di Minozzo un pomeriggio di educazione ambientale

VILLA MINOZZO (RE) – In occasione della giornata ecologica, in programma per sabato (23 aprile), che vedrà impegnate sul territorio comunale le Pro loco ed altri sodalizi, si terrà, nel pomeriggio, dalle 16 alle 19, nel campo sportivo di Minozzo, una caccia al tesoro con metal detector, a tema ambientale, dedicata ai bambini e ai ragazzi.

“L’iniziativa – sottolineano il sindaco Elio Ivo Sassi e l’assessore all’assistenza e al volontariato, Dea Tojalli – è indetta dal Comune in collaborazione con Sos metal detector nazionale, un’associazione di volontariato che opera gratuitamente in tutta Italia per il recupero di oggetti smarriti da privati, e non solo. Il sodalizio vanta anche e soprattutto diverse attività con le istituzioni”.

L’ingresso all’evento, i cui partecipanti dovranno essere accompagnati da un adulto, è gratuito. I cercametalli, adatti ai piccoli cacciatori, saranno forniti dall’organizzazione.

“La nostra realtà – spiega Nadia Magri della sezione emiliana di Sos metal detector – è da sempre attenta ai temi ambientali ed ha all’attivo varie collaborazioni per la bonifica di aree verdi, parchi e giardini. È poi accreditata di numerosi interventi in concorso con le forze dell’ordine, che possono rivolgersi a noi per la ricerca di armi, munizioni ed altre cose metalliche nel sottosuolo. Svolgiamo inoltre, in sinergia con l’associazione persone scomparse Penelope e gli organi di polizia, la ricerca di effetti personali in corrispondenza dei luoghi in cui siano stati rinvenuti i corpi di individui spariti nel nulla”.

Continua Nadia Magri: “Naturalmente ci mettiamo infine a disposizione, in modo assolutamente disinteressato, di tutti i cittadini per il ritrovamento di oggetti dispersi nei luoghi più disparati, come terreni coltivati, giardini, boschi, spiagge, ma anche in ambito marino, lacuale e fluviale. Molto spesso un anello, un ciondolo, una collana, un orecchino o un bracciale smarriti, attorno a casa, durante una gita in campagna o una vacanza, sono occasione di tensione e di tristezza, poiché di frequente questi beni hanno un notevole valore affettivo, oltre che materiale. Per noi è una grande soddisfazione quando riusciamo a recuperarli. Nel cuore dei proprietari leggiamo un’immensa gioia”.

L’Amministrazione comunale villaminozzese ha accettato con entusiasmo l’opportunità offerta dai volontari di Sos metal detector nazionale “perché siamo certi – conclude il primo cittadino Sassi – che rappresenti un momento educativo e di divertimento per i bambini dell’Appennino e per tutti quelli che arriveranno da altre zone con i loro cari. Famiglie che avranno così l’occasione di passare alcune ore di relax nel borgo di Minozzo, ricco di storia, con la rocca, la pieve e i paesaggi naturali, in un ambiente accogliente, con i suoi servizi e i prodotti tipici, quali il parmigiano-reggiano”.