En plein di podi, per Tonelli, al Brunello

3

Il pilota di Reggio Emilia archivia il suo tricolore terra storico con il terzo di classe ed il settimo assoluto, quinto risultato utile consecutivo nonché a podio nella serie

REGGIO EMILIA – Voleva un Rally del Brunello libero da pressioni di classifica ed Andrea Tonelli ci è riuscito, chiudendo in bellezza un Campionato Italiano Rally Terra Storico che lo ha visto protagonista di una serie positiva mai interrotta per tutto l’anno.

Cinque podi consecutivi, quattro secondi ed il terzo di classe firmato tra le incantevoli colline attorno a Montalcino, sono un bottino più che sostanzioso per il pilota di Reggio Emilia.

Il portacolori di Movisport, dopo un rocambolesco avvicinamento alla prima edizione dell’evento toscano, affidava il sedile di destra della Ford Escort RS 1800 MKII, seguita sul campo da Retrò Corse, all’esperta Giancarla Guzzi, impegnato in avvio nella ricerca del giusto feeling.

“Sulla prima prova speciale ho dormito” – racconta Tonelli – “perchè, pur avendo fatto lo shakedown, dovevo ancora trovare il giusto affiatamento con Giancarla. Sono partito con un ritmo troppo lento, sulla prima speciale del Venerdì, ed infatti i distacchi erano già importanti.”

Uscito dal crono di apertura con il decimo tempo assoluto Tonelli si rifaceva sul secondo, firmando il settimo parziale ed il terzo di classe, chiudendo il Venerdì ai piedi della top ten.

Al Sabato la musica cambiava presto ed il reggiano infilava un sesto, un quinto ed un settimo assoluto che gli consentivano di scalare tre posizioni nella generale, ritrovando la giusta fiducia.

La seconda ed ultima tornata rilanciava le quotazioni del pilota della trazione posteriore di casa Ford, autore di un rush finale che gli permetteva, grazie al quarto ed al quinto assoluto sugli ultimi due impegni di giornata, di rosicchiare quasi tutto il vantaggio a Bentivogli, mancando il sorpasso per otto decimi soltanto ma riuscendo a mettere dietro anche Pelliccioni e Calzolari.

“Dopo un Venerdì opaco” – aggiunge Tonelli – “siamo andati all’attacco al Sabato e, specialmente sul secondo giro, abbiamo spinto parecchio. Essere riusciti a stare davanti al campione italiano in carica, l’amico Pelliccioni, e ad un osso duro come il lupo Calzolari è stata per me una grossa soddisfazione. Corriamo con la stessa vettura quindi loro sono il mio riferimento. Riuscire a fare lo scratch, sulle ultime due prove, tra le due ruote motrici ed essere dietro solo alle 037 ed alle Delta è motivo di orgoglio. Un risultato che è merito di Giancarla, senza di lei non sarei arrivato a tanto. Una vera professionista, con la p maiuscola. Si è resa disponibile ed abbiamo organizzato il tutto il giorno prima di partire. Mi ha insegnato tanto.”

Un risultato che vede Tonelli chiudere la propria campagna nel CIRTS 2021 al sesto posto assoluto ed al quarto nel terzo raggruppamento, ad una sola lunghezza da Muccioli, potendosi però consolare con il terzo gradino del podio ottenuto in classe 3 GTS 4 2000 2RM.

“Potevamo fare terzi in raggruppamento” – conclude Tonelli – “ma ci consoliamo con quello di classe. Grazie ai partners, a Retrò Corse ed alla scuderia Movisport. Arrivederci al 2022.”