EMERGERIMINI 2017: un week end eccezionale dedicato alla protezione civile

83

Tanta l’affluenza alla manifestazione  di Rimini

emergerimini 2017 01RIMINI – Un’altra eccezionale edizione di EmergeRimini ha chiuso i battenti dopo che oltre 400 volontari appartenenti a più di 30 associazioni della protezione civile si sono alternate nelle giornate di sabato e domenica in un intenso programma di iniziative fatto di dimostrazioni, attività didattiche, incontri-dibattito, mostre, esposizioni.

Tanta l’affluenza alla manifestazione in programma come gli scorsi anni a Rimini nel primo week-end di primavera, molte le famiglie, i turisti ma soprattutto i bambini e i ragazzi in età scolare che sono stati i principali destinatari della due giorni. A loro sono state infatti dedicate specifiche attività per far conoscere come ci si possa muovere per gli eventi di protezione civile, ma anche come si possa esercitare un’azione di prevenzione alla quale tutti potremo esser chiamati.

Tra le novità di quest’anno la collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale che ha permesso, ad un centinaio di studenti di 4^ e 5^ elementare, di poter partecipare sabato mattina e, oltre al percorso guidato previsto per i giovani – che quest’anno comprendeva anche esercitazioni di soccorso alpino, subacquea ed attività con le unità cinofile – di poter provare l’esperienza di un trasporto sui gommoni dei volontari della Protezione Civile.

emergerimini 2017 05Nelle più di 50 esercitazioni, effettuate a terra, in mare e in cielo, sono stati coinvolti non solo dei volontari e delle forze istituzionali ma gli stessi spettatori.

“Un dato emerge su tutti – ha commentato il Presidente Coordinamento Provinciale Rimini delle Associazioni di volontariato di Protezione Civile Luciano Bagli – ed è quello che di anno in anno, grazie anche ad EmergeRimini, aumenta la collaborazione e la sinergia tra i volontari e le forze istituzionali quali Prefettura e Comune, oltre a Esercito Italiano, Aeronautica Militare, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco e Capitaneria di Porto. Ci piace pensare che questo possa essere d’esempio per le nostre comunità.

Non si può chiudere un evento così importante senza ringraziare, ad uno ad uno, ogni singola persona che, grazie al proprio contributo, piccolo o grande che sia, ne ha reso possibile la realizzazione e lo svolgimento e, mentre smontiamo e ordiniamo le attrezzature, con la fatica che inizia a farsi sentire, il nostro cuore è già proiettato ad EmergeRimini 2018. Vi aspettiamo il prossimo anno, noi ci saremo, e voi?”