Donne e bambini, storie della Seconda guerra mondiale in scena allo Spazio Marte Cesena (FOTO)

8

Sabato 20 gennaio sul palcoscenico saliranno Matteo Morigi e Serena Morolli

matteo-morigi-reading

CESENA – “E la guerra si ripeté, e nel modo più crudele e impensato. Questa volta non fu di soldati. La fecero tutti, uomini, donne, vecchi e bambini”. Nell’ambito del ciclo di eventi e iniziative proposte dal Comune di Cesena in occasione del Giorno della Memoria, e per ricordare l’80esimo anniversario delle stragi nazifasciste sull’Appennino tosco-emiliano, sabato 20 gennaio, alle ore 21.00, allo Spazio Marte Cesena (via Silvio Corbari, 175), andrà in scena “Donne e bambini – storie dalla seconda guerra mondiale”, di Matteo Morigi. Lo spettacolo è stato creato per ricordare la storia recente del nostro paese e per sensibilizzare le nuove generazioni su tematiche più che mai attuali, come i conflitti bellici e il coinvolgimento di civili, la violenza della guerra e il suo impatto devastante sulla vita di intere popolazioni.

Nel corso della serata la guerra di liberazione italiana sarà raccontata da Matteo Morigi e Serena Morolli attraverso quattro storie con protagonisti donne e bambini: Irma Bandiera, Quarto Delvecchio, Elsa Oliva, Genny Bibolotti Marsili e il figlio Mario. Le vicende sono state ricostruite attraverso testimonianze dirette, documenti originali, le parole di Renata Viganò, le interviste di Anna Maria Bruzzone e Rachele Farina. Per riassaporare le atmosfere di quegli anni, dal palcoscenico alla platea riecheggeranno brani spensierati e canzoni d’amore, in netto contrasto con la drammatica situazione che la popolazione stava vivendo.

Ingresso a offerta libera, prenotazione consigliata a info@compagniadellozio.it oppure 3493023203.

Diplomato alla Scuola del Teatro Musicale, Matteo Morigi studia con maestri di caratura mondiale come Eugenio Barba, Tim Robbins ed Eugenio Allegri. La sua versatilità lo porta a recitare negli ambiti più svariati, dal teatro musicale alla prosa, dall’opera alla televisione, permettendogli di esibirsi in rassegne prestigiose come il Festival dei Due Mondi di Spoleto o in luoghi suggestivi come la Basilica di San Marco in Venezia ed essere diretto da affermati registi come Valentina Carrasco, Sergio Rubini e Simona Marchini. È autore, insegnante, membro del consiglio direttivo dell’associazione compagniadellozio e tra gli organizzatori del festival Oxilia – Teatro e musica per la Terra d’Ossola.

Soprano cesenate, Serena Morolli si approccia alla musica all’età di tredici anni cominciando a seguire lezioni di canto moderno. Studia col mezzosoprano Giulia Dal Maso e si diploma in canto lirico al Conservatorio “Bruno Maderna”. Si trasferisce a Milano dove affianca lo studio del proprio repertorio all’attività concertistica sia come solista che come corista in ambiti molto diversi tra loro, dal coro dei Cantori di San Marco alla trasmissione televisiva Fratelli di Crozza. Con il prestigioso Coro Lirico Marchigiano Vincenzo Bellini calca importanti palcoscenici tra cui il Teatro Alighieri di Ravenna, il Teatro del Giglio di Lucca e lo Sferisterio di Macerata e ha l’onore di lavorare con registi come Emma Dante, Cristina Mazzavillani Muti e importanti direttori d’orchestra. Debutta come solista al Teatro Regio di Torino nei ruoli di Lucignolo / Dottor Gufo / Arlecchino nell’opera Pinocchio di Pierangelo Valtinoni.

Per conoscere tutti gli eventi proposti nell’ambito della “Settimana della Memoria”: https://www.comune.cesena.fc.it/giorno-memoria2024.