Donne Coraggio! Il 23 novembre Daniela Nicolò racconterà la sua esperienza di donna nel mondo del teatro

9
RIMINI – Essere donna nel mondo complesso e intenso del teatro, ma anche le arti come strumento potente per contrastare la disperazione e la violenza.
Questi alcuni dei temi che verranno affrontati insieme a Daniela Nicolo – attrice, regista e sceneggiatrice – nell’incontro di Mercoledì 23 novembre al Cinema Fulgor di Rimini alle ore 18.45  dal titolo Leben? oder Theater? [Vita? o Teatro?].  L’incontro – che sarà introdotto da Angela Piegari e condotto da Vera Bessone –  è inserito nell’ambito della Rassegna “Ogni donna una storia”, a cura della Casa delle Donne del Comune di Rimini e Rete Donne Rimini.
L’appuntamento è inserito nel programma “Donne Coraggio!” una serie di iniziative in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.

Daniela Nicolò

foto di Amilcare Incalza

Daniela Nicolò – attrice, regista, sceneggiatrice – fonda nel 1991 insieme a Enrico Casagrande Motus, compagnia nomade e indipendente, in costante movimento tra Paesi, momenti storici e discipline. Daniela Nicolò ed Enrico Casagrande, animati dalla necessità di confrontarsi con temi, conflitti e ferite dell’attualità, fondono scenicamente arte e impegno civile attraversando immaginari che hanno riattivato le visioni di alcuni tra i più scomodi “poeti” della contemporaneità. Il gruppo, esploso negli anni Novanta con spettacoli di grande impatto emotivo e fisico, ha saputo e sa prevedere e raccontare alcune tra le più aspre contraddizioni del presente, ha attraversato e creato tendenze sceniche ipercontemporanee, interpretando autori come Beckett, DeLillo, Genet, Fassbinder, Rilke o l’amato Pasolini, per approdare a una Tempesta shakesperiana, interpolata da Aimé Césaire, capace di evocare la tragedia che può essere la migrazione e di creare instant community in tutto il mondo. I temi del confine – fisico, geografico, mentale – e della libertà di attraversarlo, rimangono centrali anche nei lavori più recenti, come l’acclamato MDLSX o la co-produzione italo-newyorkese Panorama.