“DOC A CASA”: lunedì 4 maggio incontro con l’Ass. Mauro Felicori

38

Dal primo maggio otto nuovi film documentari su www.docacasa.it

EMILIA ROMAGNA – Prosegue con successo mantenendo viva la passione per il cinema del reale la rassegna “DOC A CASA”, la piattaforma a cura dell’associazione dei Documentaristi dell’Emilia-Romagna (DER) per la visione gratuita di documentari di autori e di opere dell’Emilia-Romagna, con la possibilità di organizzare a richiesta incontri e cineforum a distanza con i filmmakers dei documentari in programma.

Nella terza settimana, dall’1 al 7 Maggio 2020, saranno visibili su www.docacasa.it otto nuove opere: Viaggio nel mondo dell’estorsione. L’antiracket di Maria Martinelli, documentario d’inchiesta su chi combatte la mafia e l’estorsione ogni giorno, ovvero uomini e donne come noi che non vogliono essere chiamati eroi; Lundrimi – La traversata di Martina Di Tommaso, Stefan Pircher Verdorfer e Soena Lame, storia di dodici ragazzi italiani e albanesi alle prese con il cinema del reale e con il mare che unisce; Lovebirds – Rebel lovers in India di Gianpaolo Bigoli, uno squarcio di vita tra i giovani ragazzi indiani, ribelli al destino dei matrimoni delle caste” (finalista all’IDFA di Amsterdam); Janas – Storie di donne, telai, e tesori di Giorgia Boldrini, Giulio Filippo Giunti e Stefano Massari, un viaggio tra antichi e moderni artigiani sardi; Lo chiamavamo Vicky di Enza Negroni, un affascinante ritratto dell’infanzia e della giovinezza di Pier Vittorio Tondelli; Bike Baba di Daria Menozzi, un tragitto di 6000 km nell’India di un asceta induista devoto a Shiva; Parma, storie di architetti di Sandro Nardi e Giovanna Poldi Allai, forme e ipotesi che rivivono nei racconti degli architetti parmensi; e I Babelici di Alessandro Quadretti, le opere e le visioni di tre artisti irregolari, tra le via Emilia e l’Appennino.

“Opportunità, svantaggi e prospettive nella produzione del documentario nei giorni della pandemia” è invece il titolo della consueta tavola rotonda in programma per lunedì 4 maggio, sempre alle 17.30, sulla piattaforma della rassegna (ulteriori informazioni sono disponibili su www.docacasa.it). Ospite speciale di questo terzo appuntamento, l’Assessore alla Cultura della regione Emilia Romagna Mauro Felicori, insieme alle produzioni e agli autori degli otto film presentati, e con la partecipazione di ospiti ed esperti, regionali e nazionali, del mondo del documentario e della produzione audiovisiva. Un’occasione per riannodare la rete dei filmakers emiliani, che nell’ultimo incontro ha visto la partecipazione del regista Leonardo Di Costanzo.

Anche per la terza settimana, sarà possibile contattare via mail la produzione e/o gli autori di ciascun film-documentario in programma per un incontro on line, sia individuale che per gruppi di interesse, sulle problematiche, i retroscena e le implicazioni creati da ogni film. Nella sezione “Dettagli” di ogni film documentario sarà possibile trovare la mail dell’autore e della produzione del film.

Si segnala inoltre che nel menu “CIRCUITO DOC” sono disponibili su gentile concessione degli autori/produttori, diversi film documentari presentati nelle due precedenti settimane.

“Doc a casa” si rende, infine, disponibile per arricchire la didattica on line nelle scuole medie e superiori della Regione. I docenti emiliano-romagnoli potranno infatti proporre alla propria classe la visione gratuita di ciascuno dei film proposti, rivolto a una particolare tematica storico-sociale-artistica-letteraria o interessante per l’originale contenuto narrativo.

Previo contatto email, ogni autore/produzione degli otto film di www.docacasa.it, cosi come dei film della sezione Circuito doc, si rende poi disponibile ad un “cineforum a distanza” con i docenti e le classi che hanno visto uno dei film, intervenendo e dialogando con gli alunni delle classi nelle “zoom” o “suite” già attivate dalle diverse scuole.

La rassegna è curata da Vincenzo Pergolizzi, con il coordinamento di Enza Negroni e web master Bruno Migliaretti.

Si ringraziano gli autori e produttori aderenti al progetto.