Dichiarazione Ordine Commercialisti Rimini

41

Savioli: “Sospenderemo il professionista coinvolto. Ci assalgono sconforto e rabbia, i commercialisti sono al fianco di famiglie ed imprese in questa drammatica pandemia ed è intollerabile ogni comportamento al di fuori dell’etica professionale”

emilia-romagna-news-24RIMINI L’Ordine dei Commercialisti di Rimini ha appreso questa mattina di un’operazione condotta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rimini e relativa a falsi crediti di imposta, nella quale sarebbero coinvolti anche commercialisti.

Questa mattina siamo stati informati dagli inquirenti e il nominativo segnalato sarà immediatamente sospeso dall’Ordine.

“In questi due anni di pandemia – dice Giuseppe Savioli, Presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Rimini – i nostri iscritti sono stati al fianco di famiglie ed imprese per aiutarli ad ottenere fondi utili alla sopravvivenza economica, interpretando norme spesso improvvise e complicate.

Ogni deroga ad un comportamento eticamente irreprensibile è intollerabile. Se possibile lo è ancor di più in casi come quelli che si profilano. Non esprimiamo nessun giudizio preventivo, anzi ci auguriamo che i professionisti coinvolti siano in grado di dimostrare la loro estraneità. Però procederemo applicando puntualmente tutto quanto previsto dalle norme e dal regolamento dell’Ordine. Al momento ci assalgono uno sconforto enorme e tanta rabbia, perché sappiamo bene quanti colleghi stiano soffrendo coi loro studi professionali a causa della pandemia e quanta difficoltà ed impegno stiano profondendo per assistere famiglie ed imprese nel ginepraio di norme che quotidianamente ci coinvolgono”.