“Design Sostenibile per il Sistema Alimentare”: un nuovo corso triennale che unisce Parma e Torino

34

Presentato in streaming sul Canale YouTube Unipr, con interventi dell’universo accademico e del mondo imprenditoriale: Barilla, Lavazza, Unione Parmense degli Industriali, Unione Industriale di Cuneo

PARMA – Si chiama “Design Sostenibile per il Sistema Alimentare” il nuovo corso di laurea triennale che unisce l’Università di Parma e il Politecnico di Torino: un corso interateneo che debutta quest’anno nell’offerta formativa delle due università, studiato per formare designer nell’ambito alimentare, al servizio dell’ambiente, della società e del sistema produttivo e presentato oggi in diretta streaming sul canale YouTube dell’Università di Parma.

Obiettivo dell’incontro, introdotto da Paolo Mellano, Direttore del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino, e Antonio Montepara, Direttore del Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Parma, era quello di riflettere sul ruolo strategico del design per produrre innovazione sostenibile all’interno del sistema produttivo che caratterizza e unisce l’Emilia-Romagna e il Piemonte. Per questo accanto ai rappresentanti dei due Atenei sono intervenuti anche esponenti del mondo imprenditoriale, a testimonianza della stretta sinergia di competenze che caratterizza la nascita stessa del nuovo corso.

Dopo i saluti dei due Rettori Guido Saracco (Politecnico di Torino) e Paolo Andrei (Università di Parma), il corso è stato presentato nello specifico dai docenti Paolo Tamborrini (Politecnico di Torino) e Daniel Milanese (Università di Parma). Sono poi intervenuti Giacomo Canali, Packaging Research and Sustainability Senior Science Manager di Barilla SpA (“La strategia del packaging sostenibile in Barilla”), Dario Toso, Packaging Sustainability and Innovation Manager di Lavazza SpA (“L’impegno di Lavazza per la sostenibilità”), il Direttore dell’Unione Parmense degli Industriali Cesare Azzali, la Direttrice di Unione Industriale di Cuneo Giuliana Cirio, Claudio Germak, docente del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino (“Design, una disciplina multidimensionale”), Chiara Vernizzi e Alberto Petroni, docenti del Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Parma (“La progettazione di sistemi “Food” orientata al consumatore”).

Il corso di laurea triennale  Design Sostenibile per il Sistema Alimentare (sito web: cdl-dssa.unipr.it) intende formare “tecnici di progetto” con competenze a largo spettro nell’ambito del design industriale, ma con un peculiare focus sui temi della sostenibilità e del comparto dell’industria alimentare: un comparto particolarmente rilevante per il sistema produttivo italiano e verso il quale i territori parmense e torinese hanno una vocazione consolidata. Il corso prevede un’esperienza a tutto campo, grazie alla frequentazione di due ambienti accademici complementari: l’Università di Parma, con competenze di punta nel settore alimentare, e il Politecnico di Torino, con una solida esperienza nel settore del Design. Il “sistema cibo” prevede ampi spazi di progettazione e richiede competenze multidisciplinari, soprattutto in chiave di sostenibilità ambientale. L’esperienza progettuale è organizzata in ambiti specifici legati a “domini disciplinari” che permettono di rappresentare pienamente il rapporto tra design e cibo, quali ad esempio: Materiali e tecnologie per il sistema alimentare sostenibile, Progettazione per l’industria alimentare, Innovazione nel sistema alimentare, Design with food product, Design for food, Design about food.   

I laureati del corso matureranno le competenze necessarie per potersi inserire direttamente nel mondo del lavoro, o potranno scegliere di proseguire il proprio percorso di studi con una laurea magistrale o con un master di primo livello.

Il corso, con sede amministrativa a Parma, è a numero programmato a livello locale (100 posti).

Foto: momento convegno