Degrado ed emergenza: la Polizia Locale in prima linea

9
Polizia Locale Parma

PARMA – Intensa attività della Polizia Locale sul fronte dei senzatetto. La Polizia Locale di Parma, nell’ambito dei controlli mirati nei parchi, nelle vie e nelle piazze oggetto di segnalazione della cittadinanza per situazioni di degrado e sicurezza hanno operato in 3 distinte situazioni:

Nella prima mattinata all’interno del parco Ducale è stato individuato un soggetto di origine nord africana intento a dormire all’adiaccio su una panchina. Il soggetto, regolarmente seduto ma immerso in un sonno profondo, è stato identificato ed è risultato regolare sul territorio ma senza fissa dimora. Allo stesso è stato offerto l’aiuto emergenziale del Comune che ha rifiutato. Contemporaneamente gli agenti hanno ricevuto una chiamata per un secondo soggetto, stavolta centrafricano, intento a dormire su un materasso in via XXII Luglio. Anche in questo secondo caso l’uomo era regolare ma senza fissa dimora. Aveva prelevato il materasso da un accatastamento di rifiuti ingombranti (posizionati in un luogo concordato con IREN per il recupero). Dopo aver risistemato il materasso l’africano si allontanava rifiutando qualsiasi aiuto.
Il terzo intervento è stato effettuato in Piazzale Salvo D’Acquisto dove un uomo di circa 32 anni, nato a Reggio Emilia, stava dormendo sopra una giostra dei bambini. L’uomo, che alternava moneti di lucidità a stati confusionali, era privo di documenti e con difficoltà a declinare generalità complete, motivo per il quale è stato accompagnato presso il Comando di Via Del Taglio per le procedure identificative obbligatorie. Il Reggiano risultava pluripregiudicato e tossicodipendente con rintracci da parte dell’Autorità Giudiziaria e di altre forze dell’ordine per notifiche di atti. Oltre all’aiuto sanitario di cui necessitava gli operatori di via Del Taglio hanno provveduto a completare l’identificazione e a notificare gli atti. Lo stesso è stato sottoposto a provvedimento di allontanamento da Piazzale Salvo D’Acquisto per 48 ore in conseguenza della contestazione di violazione del Regolamento di Polizia Urbana. L’attività sopra descritta rientra nel progetto di monitoraggio delle zone degradate che si prefigge di limitare il fenomeno del bivacco non soltanto dal punto di vista repressivo, ma anche di ausilio e con il supporto competente dei Servizi Sociali del Comune e le Strutture Emergenziali.
“Prosegue, incessante, da parte della Polizia Locale il contrasto al degradospiega l’Assessore alla Legalità, Francesco De Vanna. “Parma è una città ospitale, dotata di un sistema di welfare ed accoglienza in grado di fronteggiare le varie situazioni. Spiace constatare che le persone individuate non si rivolgano ai soggetti competenti per chiedere aiuto. Ringrazio la Polizia Locale per l’attività svolta. I controlli proseguiranno, non in un’ottica punitiva, ma di aiuto alle persone stesse”