DAMSLab/La Soffitta: “Bangla” il 12 dicembre proiezione e presentazione del film

25
BANGLA – Carlotta Antonelli e Phaim Byuiyan – photo di Christian Nosel

BOLOGNA – Lunedì 12 dicembre, alle ore 20.30, il DAMSLab ospiterà il secondo appuntamento della rassegna “Fuori Ruolo – Slittamenti creativi nel cinema italiano”, proiezioni e incontri organizzati dal Dipartimento delle Arti/La Soffitta con il sostegno del Ministero della Cultura e in collaborazione con F-ACTOR: la serata è dedicata alla proiezione del film “Bangla“, esordio del regista e attore Phaim Bhuiyan, vincitore nel 2020 del premio David di Donatello come miglior regista esordiente.

Bangla è una commedia che tra allucinazioni a sfondo sessuale, confessioni autobiografiche, sguardi in macchina e battute fulminanti, racconta una storia di incontro tra sensibilità e culture. Il protagonista è Phaim, giovane musulmano di origini bengalesi nato in Italia 22 anni fa, che vive con la sua famiglia a Torpignattara, quartiere multietnico di Roma, lavora come steward in un museo e suona in un gruppo. È proprio in occasione di un concerto che incontra Asia, suo esatto opposto: istinto puro, nessuna regola. Tra i due l’attrazione scatta immediata e Phaim dovrà capire come conciliare il suo amore per la ragazza con la più inviolabile delle regole dell’Islam: niente sesso prima del matrimonio.

La proiezione del film verrà introdotta dallo stesso Phaim Bhuiyan in dialogo con  Emi Rehana Ferdous (mediatrice culturale), Paola Parmiggiani (Università di Bologna) e Paolo Noto (Università di Bologna), curatore della rassegna.

Il giorno seguente, martedì 13 dicembre, alle ore 13, Phaim Bhuiyan incontrerà gli studenti e le studentesse del corso di Televisione e media digitali per raccontare l’esperienza della serie “Bangla”, prodotta e distribuita da RaiPlay (2022) dopo l’omonimo successo cinematografico. L’incontro  si colloca nel programma di iniziative legato al progetto di ricerca F-ACTOR – Forme dell’attorialità mediale contemporanea (PRIN 2017), a cui l’Università di Bologna partecipa con un’unità di lavoro.

Phaim Bhuiyan nasce a Roma nel 1995: ragazzo di seconda generazione originario del Bangladesh, è cresciuto nel quartiere di Torpignattara. Frequenta l’I.P.S Virginia Woolf, dove studia grafica pubblicitaria, ma scopre contestualmente la sua vera passione per il filmmaking. Inizia ad approcciarsi al mondo  dell’audiovisivo all’età di 14 anni aprendo un canale su YouTube e, in parallelo, partecipa con la scuola ad alcuni concorsi, vincendo vari premi. Inizia a lavorare come videomaker a 17 anni, realizzando videoclip per rapper e band punk-rock della scena underground di Roma. Dopo la maturità, vince una borsa di studio allo IED e inizia un percorso formativo approfondito sul filmmaking,  incontrando diversi professionisti del settore; durante il triennio, continua a lavorare e, tra le varie opportunità, collabora con la Rai per il programma “Nemo – Nessuno Escluso“, per il quale realizza un servizio che parla dell’amore di seconda generazione: il prodotto gli porta una buona visibilità, tanto da essere notato da Emanuele Scaringi, che lo introduce nel mondo del cinema, proponendogli di realizzare la sua opera prima per Fandango insieme a TIMVISION.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Maggiori info su damslab.unibo.it

FUORI RUOLO

Slittamenti creativi nel cinema italiano

Lunedì 12 dicembre 2022, ore 20.30

DAMSLab/Auditorium

piazzetta Pasolini 5/b, Bologna

Per il secondo appuntamento con la rassegna cinematografica “Fuori Ruolo”, il regista e attore Phaim Bhuiyan – vincitore di un David di Donatello –  presenterà la sua opera d’esordio, Bangla