Dal 16 novembre al D’Azeglio “L’Università entra in sala” con le protagoniste della commedia all’italiana

16
Monica Vitti, “La ragazza con la pistola”

L’Ateneo co-organizzatore della nuova edizione della rassegna, intitolata “Io le conoscevo bene”. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

PARMA – Prende il via giovedì 16 novembre al Cinema D’Azeglio la rassegna “Per una storia del cinema – L’Università entra in sala”, promossa da Università di Parma con Cinema D’Azeglio società cooperativa e con il patrocinio del Comune, della Regione, del Ministero della Cultura, dell’Acec, di Europa Cinemas, della Cineteca di Bologna e del Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale.

“Io le conoscevo bene – Le protagoniste della commedia all’italiana” il titolo di questa edizione, come sempre a ingresso gratuito, che fino all’11 dicembre propone cinque titoli iconici: il 16 novembre “Io la conoscevo bene” di Antonio Pietrangeli (1965); il 23 novembre “La voglia matta” di Luciano Salce (1962); il 30 novembre “Sedotta e abbandonata” di Pietro Germi (1964); il 4 dicembre “La ragazza con la pistola” di Mario Monicelli (1968); l’11 dicembre “Noi donne siamo fatte così” di Dino Risi (1971).

“Per una storia del cinema – L’Università entra in sala” ha l’obiettivo di portare le studentesse e gli studenti universitari in sala, affinché possano vedere lì una selezione di film correlati ai programmi dei corsi di “Storia del cinema” che stanno seguendo durante l’anno accademico, e nello stesso tempo di offrire al pubblico cittadino la possibilità di fare un piccolo-grande viaggio dentro la storia del cinema. Una doppia programmazione degli stessi titoli, pomeridiana e serale, dà la possibilità di seguire la rassegna sia alle studentesse e agli studenti sia al pubblico, che potrà vedere, o rivedere, grandi capolavori. Le proiezioni sono precedute da una lezione introduttiva alla visione, che colloca le opere all’interno del contesto artistico, sociale, culturale di appartenenza e ne spiega stile, linguaggio e caratteristiche autoriali.

La rassegna è organizzata da Sara Martin, docente di Storia e critica del cinema all’Università di Parma.

L’ingresso è gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili.

La prima proiezione è alle 16.45, con lezione introduttiva di Sara Martin. La seconda proiezione è alle 20.45, sempre con introduzione.