“Corpo reale, corpo percepito, corpo raccontato: tra linguaggio, realtà e virtuale”, un incontro online per genitori

36

Giovedì 3 febbraio 2022 videoconferenza dalle 17.30 alle 19.30 a cura dell’Osservatorio Adolescenti

FERRARA – Giovedì 3 febbraio 2022 la percezione del proprio corpo tra reale e virtuale diviene protagonista in “Corpo reale, corpo percepito, corpo raccontato: tra linguaggio, realtà e virtuale”, il nuovo seminario online dedicato ai genitori di figli adolescenti, ideato dall’Osservatorio Adolescenti dell’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Ferrara nell’ambito del ciclo di incontri “Con i genitori per conoscere gli adolescenti”.

Dalle 17.30 alle 19.30 a condurre la videoconferenza sarà Rita Bertoncini, video maker impegnata ormai da vent’anni in lavori di ricerca sul corpo e la persona, che racconterà il complicato e sfaccettato rapporto degli adolescenti con il proprio corpo nell’epoca della società virtuale.

Per iscriversi all’incontro e ricevere il link della videoconferenza è necessario inviare una mail a l.tarroni@comune.fe.it – Per informazioni Tel. 0532 208047.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori – Il corpo come realtà. Il corpo consapevole di ciò che si percepisce per alienare da sé le verità illusorie del mondo virtuale. Corpo e mente in sincrono come antidoto alla marea montante delle informazioni in bilico tra il quasi vero e il pateticamente falso sono i temi affrontati dal prossimo seminario dedicato ai genitori di adolescenti “Corpo reale, corpo percepito, corpo raccontato: tra linguaggio, realtà e virtuale” organizzato dall’Osservatorio Adolescenti di Ferrara. Il webinar, in programma giovedì 3 febbraio 2022 dalle ore 17.30 alle 19.30, sarà condotto da Rita Bertoncini video maker impegnata ormai da vent’anni nell’elaborazione di una filmografia capace di ritrarre il corpo, la persona le emozioni nella pienezza del loro essere interiore ed esteriore. Il corpo, in questo caso quello degli adolescenti, inteso come mezzo di trasmissione di piacere e dolore, bene o male, vero o falso rappresenta concetti necessariamente non trasparenti come potrebbe sembrare.