Coronavirus, dehors: ok alla prima proroga delle misure di sostegno al 31 dicembre 2020

25

Con risorse del Comune si estenderanno al 30 giugno 2021. L’estensione non può essere concessa ai destinatari di multe per violazione delle norme anti Covid

BOLOGNA – La Giunta guidata dal Sindaco Virginio Merola ha licenziato la delibera che proroga al 31 dicembre 2020 le misure di sostegno dei pubblici esercizi, così come previsto dal decreto 104/2020, il cosiddetto decreto Agosto, prima del quale la scadenza delle misure era fissata al 31 ottobre 2020. Si tratta del primo step di proroga, con il quale il Comune prende atto dell’estensione contenuta nel decreto Agosto. Il secondo step, annunciato dal Sindaco Virginio Merola, sarà la proroga al 30 giugno 2021.

Il pacchetto di misure di sostegno prorogate fino a fine anno comprende:

  • l’esonero dal pagamento dell’occupazione di suolo pubblico per le imprese di pubblico esercizio titolari di concessioni o autorizzazioni;
  • la possibilità di utilizzare una procedura snella per le domande di nuove concessioni per l’occupazione di suolo pubblico, per assicurare il rispetto delle misure di distanziamento connesse all’emergenza Covid.

La proroga delle misure non potrà essere concessa a chi ha ricevuto accertamenti e sanzioni da parte della Polizia Locale per aver violato le misure di contenimento del coronavirus.

La proroga delle misure al 31 dicembre 2020 licenziata oggi dalla Giunta dovrà essere approvata dal Consiglio comunale entro il mese di ottobre. Il sindaco Virginio Merola ha già annunciato che l’Amministrazione comunale si farà carico, con proprie risorse, di un’ulteriore estensione delle misure al 30 giugno 2021 per sostenere il settore.

Le autorizzazioni rilasciate dal Comune di Bologna ai pubblici esercizi che hanno richiesto spazio pubblico per dehors dall’inizio dell’emergenza Covid sono poco più di 600.