Coriano: il parco di Ospedaletto intitolato a Gian Marco Moratti

9
Coriano

SAN MARINO – Ieri mattina si è svolta la cerimonia di intitolazione del parco di Ospedaletto di Coriano a Gian Marco Moratti, imprenditore di fama internazionale e figura storica della Comunità San Patrignano, scomparso più di quattro anni fa.

Alla presenza della moglie Letizia Moratti, del figlio Gabriele, del Segretario di Stato per il Turismo Federico Pedini Amati in rappresentanza della Repubblica di San Marino, del Sindaco di Coriano Domenica Spinelli, delle forze dell’ordine e dell’intera città, è stata scoperta la targa che ricorderà nel tempo l’opera dell’imprenditore, nel parco all’angolo tra via Pertini e via Cerasolo. ‘Attraverso la giusta opportunità ognuno può dare il meglio di sé’ è la frase fatta incidere per l’occasione dall’Amministrazione comunale, parole pronunciate da Gian Marco in vita e vera guida di tutta quella che è stata la sua attività, imprenditoriale e sociale.

“Siamo qui oggi – ha dichiarato il sindaco Domenica Spinelli – per intitolare questo parco alla figura di Gian Marco Moratti. Uno dei simboli di una famiglia alla quale tutti noi, ed io per prima, siamo molto legati. È stato il principale sostenitore della Comunità di San Patrignano, un esempio per tutti noi nell’aiuto e nel sostegno verso i più deboli ed in particolare per i ragazzi vittime del disagio di un’epoca complessa e difficile come la nostra. La sua figura – ha concluso la Spinelli – resta un modello per le nuove generazioni di imprenditori”.

“Gian Marco amava molto Coriano, la Comunità di San Patrignano e la natura – ha detto l’On. Letizia Moratti nel suo intervento – L’omaggio che il sindaco Spinelli, che ringrazio di cuore, ha voluto venisse a lui attribuito proprio in un parco che è natura autentica, fa felici noi e illumina ancor di più il ricordo. Siamo lieti e grati per questo segno tangibile che resterà nel tempo nei nostri cuori”.

“Non esistono confini nell’aiutare chi ne ha bisogno – ha ribadito il Segretario di Stato Federico Pedini Amati – e noi siamo qui oggi a dimostrarlo sostenendo l’impegno e lo sforzo dell’amministrazione corianese, ringraziando la famiglia Moratti per quello che da tantissimi anni sta facendo e garantendo tutta la nostra collaborazione nell’ottica di un rapporto istituzionale e sociale di cui siamo fermi sostenitori”.