Consiglio comunale di lunedì 25 maggio, le delibere approvate

39

Approvati anche 5 ordini del giorno collegati al Piano straordinario sui dehors

BOLOGNA – Nel corso della seduta di lunedì 25 maggio, il Consiglio comunale ha approvato quattro delibere.

La prima riguarda una variazione al bilancio di previsione 2020-2022, in parziale applicazione dell’avanzo di amministrazione dell’esercizio 2019, ed è stata approvata con 19 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune), 6 contrari (Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna) e 7 astenuti (Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro, gruppo misto-Al centro Bologna). Stesso esito per l’immediata esecutività della delibera.

La seconda delibera, un’altra variazione di bilancio, riguarda in particolare il riconoscimento di un debito fuori bilancio per l’esecuzione di una sentenza di Cassazione ed è stata approvata con 20 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune), 6 contrari (Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna) e 7 non votanti (Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro, gruppo misto-Al centro Bologna). L’immediata esecutività della delibera è stata approvata con 21 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune), 6 contrari (Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna) e 6 non votanti (Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro, gruppo misto-Al centro Bologna). Di seguito, è stata approvata, con 19 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune) e 13 astenuti (Movimento 5 stelle, Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro, gruppo misto-Al centro Bologna), la seconda delibera di adeguamento del Programma triennale dei lavori pubblici 2020-2022 e dell’elenco annuale dei lavori per il 2020. L’immediata esecutività della delibera è stata approvata con 22 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune) e 13 astenuti (Movimento 5 stelle, Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro, gruppo misto-Al centro Bologna).

Il Consiglio comunale ha infine approvato, con 25 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune, Movimento 5 stelle, Coalizione civica) e 7 astenuti (Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna, gruppo misto-Al centro Bologna), la delibera con il Piano straordinario per l’occupazione di suolo pubblico con dehors, emendata in aula su proposta del consigliere Andrea Colombo (Partito Democratico). L’immediata esecutività della delibera è stata approvata all’unanimità.

Sono stati approvati, inoltre, cinque ordini del giorno collegati alla delibera.

Tre, presentati dal gruppo consiliare Lega nord e approvati all’unanimità, riguardano la possibilità di spostare elementi di arredo urbano, come bidoni e rastrelliere, per ottimizzare lo spazio dei dehors; di consentire la vicinanza di più dehors separati da divisori e di prevedere la collocazione di divisori rimovibili, come fioriere e simili, anche per i dehors di tipo A.

Gli altri due ordini del giorno collegati sono stati presentati dal gruppo consiliare Movimento 5 stelle. Il primo, approvato all’unanimità, riguarda la semplificazione della domanda per i nuovi dehors. Il secondo riguarda la possibilità di collocare tavoli e sedie in prossimità degli esercizi che non abbiano uno spazio adiacente al locale ed è stato approvato con 29 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune, Movimento 5 stelle, Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna, gruppo misto-Al centro Bologna) e 3 astenuti (Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro).