Consiglio comunale di Bologna, gli ordini del giorno approvati

BOLOGNA – Nel corso della seduta di oggi, il Consiglio comunale ha approvato sette ordini del giorno.

Il primo, che chiede al Governo attenzione in vista dell’installazione di nuove tecnologie legate al 5G, è stato presentato, in apertura di seduta, dalla consigliera Elena Leti (Partito Democratico) e firmato dai consiglieri del Partito Democratico Licciardello, Li Calzi, De Filippo, Colombo, Campaniello, Mazzanti, Bittini ed Errani.

L’ordine del giorno, emendato in aula, è stato approvato con 26 voti favorevoli (Partito Democratico, Movimento 5 stelle, Insieme Bologna, Coalizione civica, gruppo Misto) e 5 astenuti (Lega nord e Fratelli d’Italia).

Il Consiglio comunale ha poi approvato all’unanimità un ordine del giorno, presentato in apertura di seduta, dal consigliere Vinicio Zanetti (Partito Democratico) e firmato dai consiglieri del Partito Democratico Bittini, Colombo, Di Girolamo, Leti, Ferri, Li Calzi, De Filippo, Santi Casali, Guidone, Campaniello, Lembi e Mazzanti, che chiede al Sindaco di conferire un riconoscimento all’autista Tper che ha soccorso il docente universitario aggredito in piazza Santo Stefano.

Il terzo ordine del giorno, approvato sempre all’unanimità, chiede al Sindaco di conferire un analogo riconoscimento al tassista che, lo scorso dicembre, ha soccorso da un’aggressione un dipendente di Hera spa mentre era in servizio.

L’ordine del giorno, presentato dal consigliere Marco Lisei (Forza Italia) e firmato dai consiglieri Sassone (Forza Italia), Bosco, Scarano e Cocconcelli (Lega Nord), Venturi (Insieme Bologna) e Bugani (Movimento 5 Stelle), è stato emendato in Aula.

Successivamente il Consiglio ha approvato all’unanimità due ordini del giorno sulla salvaguardia delle attività sportive dell’impianto ex-Crb.

Il primo è stato presentato a inizio seduta dal consigliere Piergiorgio Licciardello (Partito Democratico) e firmato dai consiglieri del Partito Democratico Leti, Santi Casali, Li Calzi, Bittini, Mazzanti, Campaniello ed Errani.

Il secondo, collegato, è stato presentato dalla consigliera Paola Francesca Scarano (Lega nord) ed emendato in Aula.

Il Consiglio comunale ha poi approvato un ordine del giorno presentato da Umberto Bosco (Lega nord) e firmato dai consiglieri Lisei e Sassone (Forza Italia), Scarano e Cocconcelli (Lega nord) e De Biase (Insieme Bologna), che esprime solidarietà a Vincenzo Branà per le minacce e le offese ricevute ed è stato approvato con 26 voti favorevoli (Partito Democratico, Lega nord, Insieme Bologna, gruppo Misto Fratelli d’Italia) e 2 astenuti (Coalizione civica).

L’ultimo ordine che esprime solidarietà a Vincenzo Branà e a Roberta Mori per le minacce e le offese ricevute, è stato presentato da Simona Lembi (Partito Democratico), firmato dai consiglieri del Partito Democratico Mazzanti, Ferri, Campaniello, Licciardello, Leti, Montera, Di Girolamo, Mazzoni, Li Calzi, Manca, Colombo, Errani, De Filippo, Zanetti, ed approvato con 24 voti favorevoli (Partito Democratico, Insieme Bologna, Coalizione civica, gruppo Misto) e 4 astenuti (Lega nord e Fratelli d’Italia).