Cimiteri: maggiore presenza di municipale e volontari

municipioDall’1 al 4 novembre si intensificano i controlli della Pm e il presidio dei volontari che distribuiscono materiale informativo con consigli per prevenire i reati

MODENA – Parcheggiate l’auto ben in vista ed evitate di lasciare all’interno borse della spesa e oggetti di valore come cappotti, borse, portafogli, telefoni, computer, che non vanno mai riposti sotto ai sedili o nel bagagliaio. Se possibile recatevi ai cimiteri in compagnia e se vi trovate di fronte a fatti, comportamenti o persone sospette contattate le Forze dell’Ordine (112) o la Polizia Municipale (059/20314 ).

Sono alcuni dei consigli utili per la prevenzione dei reati, diffusi attraverso la distribuzione di materiale predisposto dall’Ufficio Politiche per la Legalità e le Sicurezze del Comune di Modena nell’ambito della campagna informativa per la tutela e sicurezza nei confronti di quanti visiteranno i propri cari nei cimiteri in questi giorni.

Dall’1 al 4 novembre, nel periodo della commemorazione dei defunti, la Polizia municipale di Modena, come di consueto, aumenta i servizi di pattugliamento con una presenza quotidiana e continuativa all’esterno e all’interno del cimitero di San Cataldo. Un incremento dei passaggi di pattuglie e controlli all’interno dei cimiteri sono previsti anche a Baggiovara, Albareto, Saliceto Panaro, S. Maria di Mugnano, Portile e S. Donnino.

Inoltre, presso i cimiteri di San Cataldo e Saliceto Panaro sono presenti alcune telecamere di videosorveglianza cittadina e due videocitofoni collegati alla centrale operativa della Polizia Municipale che è possibile utilizzare in caso di necessità; sono collocati nei pressi dei servizi igienici del cimitero Aldo Rossi e sul perimetro esterno del cimitero di fronte al sottopasso in via San Cataldo.

I volontari delle associazioni Ana, Anc, Gev, City Angels, Vivere Sicuri, Anps, Narxis e Gel, riconoscibili dalle apposite pettorine o dalle divise delle singole associazioni, giovedì 1 e venerdì 2 novembre, oltre che nei giorni immediatamente precedenti (30 e 31 ottobre) e successivi (3 e 4 novembre) secondo le disponibilità, svolgeranno un presidio informale nella maggior parte dei cimiteri modenesi per fornire sostegno e distribuire il materiale informativo per la prevenzione dei reati oltre che sul fondo di risarcimento per le vittime di reato.

I volontari dell’Associazione nazionale Polizia di Stato, con l’ausilio di alcuni agenti in servizio, saranno anche impegnati nella distribuzione di fiori sulle tombe dei della Polizia di Stato.

All’interno dei cimiteri è sempre bene non lasciare incustoditi oggetti di valore neppure per recarsi alle fontanelle, tenere il telefono cellulare a portata di mano e , in caso di scomparsa di oggetti come portalampade, fotografie o altro dalle lapidi dei propri cari, denunciare tempestivamente l’accaduto alla Municipale o alle Forze dell’Ordine (ai Carabinieri che hanno un Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale è sempre consigliato rivolgersi in caso di scomparsa di opere d’arte e statue).

Più in generale, occorre denunciare e segnalare tempestivamente qualsiasi tipo di reato di cui si sia rimasti vittime e qualsiasi atto vandalico o furto. Per sporgere denuncia ci si può rivolgere a Polizia (113), Carabinieri (112), Guardia di Finanza (117) o presso il Comando della Polizia Municipale di via Galilei 165 (dal lunedì al sabato 8.30-12.30, giovedì anche 14.30-18) e al Posto Integrato di via Fabriani 46 (dal lunedì al sabato ore 8.30-12.30).