Cattolica, luce spenta a Palazzo Mancini il 10 febbraio

23

Sensibilizzazione sul caro bollette. Il Comune aderisce all’iniziativa simbolica Anci Emilia-Romagna

comune-di-cattolica-stemmaCATTOLICA (RN) – Cattolica, come numerosissimi comuni italiani, spegnerà le luci del proprio Palazzo Municipale per trenta minuti giovedì, 10 febbraio, dalle ore 20. Un’iniziativa simbolica con cui i sindaci si pongono l’obiettivo di sensibilizzare e spingere il Governo a fare qualcosa di concreto, a mettere in campo ulteriori iniziative (e soprattutto risorse) contro il caro bollette. La proposta partita dal Sindaco di Cento Edoardo Accorsi e dal Sindaco di Bologna Matteo Lepore è stata abbracciata e divulgata dall’Anci Emilia-Romagna.

“Siamo solidali con imprese e famiglie. Giovedì, aderendo all’invito dell’Anci regionale, spegneremo le luci di Palazzo Mancini – spiega la Sindaca Franca Foronchi – per testimoniare con grande forza la crescente criticità derivante dall’impatto della crisi energetica sui costi di gestione delle famiglie, delle imprese, delle grandi strutture pubbliche, e naturalmente anche sugli equilibri di bilancio dei comuni italiani, tra cui il nostro, che dovranno aumentare le risorse destinate all’illuminazione pubblica”.

Spegnere le luci non essenziali è anche l’oggetto della campagna M’Illumino di Meno, organizzata da Caterpillar dai microfoni di Rai Radio2 e giunta alla diciottesima edizione, alla quale il Comune di Cattolica aderisce e prevista per l’11 marzo 2022.

“Non solo una questione prettamente economica, le città hanno bisogno di sostenibilità – conclude la Sindaca Foronchi – e con questo gesto simbolico vorremmo richiamare l’attenzione sul tema più ampio dell’emergenza climatica, sensibilizzando sul risparmio energetico, essenziale per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione dell’anidride carbonica e di salvaguardia dell’ambiente”.