Carta d’identità elettronica: nuove tariffe in vigore da marzo

54

municipio-ferraraSconti per il rinnovo riservati agli anziani derubati. Assessore Coletti: “un segnale di attenzione per l’utenza fragile”

FERRARA – Agli anziani vittime di furto uno sconto sul rilascio della nuova carta d’identità elettronica (Cie) da parte del Comune di Ferrara. A prevederlo è la delibera di Giunta che è stata approvata nel corso della seduta di questa mattina e che contiene le nuove tariffe in vigore dall’1 marzo 2021 per il rilascio della Cie.

A proporre la misura dello sconto è stata l’assessore comunale alla Politiche sociali Cristina Coletti. “Un gesto di attenzione nei confronti di persone con fragilità che subiscono furti, scippi o truffe. Siamo al loro fianco cercando di minimizzare costi e disagi per chi incappa in questi spiacevoli episodi – dice -. Un’iniziativa, questa, che si inserisce nel quadro dei vari progetti che l’Amministrazione comunale sta mettendo in campo a tutela e supporto dei cittadini più anziani e fragili, per far fronte alle difficoltà e ai problemi della quotidianità”.

Le nuove tariffe valide a partire dal prossimo mese di marzo comprendono anche l’arrotondamento a 22 euro (dai 22,21 originari) del costo per il rilascio della carta d’identità elettronica. La quota ricomprende voci relative al prezzo della carta, all’Iva, e ai corrispettivi di competenza del Ministero dell’Interno e del Comune. In caso di smarrimento, invece, il rilascio di una nuova carta avrà un costo di 27 euro, ad esclusione, come detto, degli anziani, che pagheranno 17 euro.

La Carta di identità elettronica introdotta nel 2015, oltre ad essere uno strumento di identificazione del cittadino, è anche un documento di viaggio in tutti i Paesi appartenenti all’Unione Europea.