Capodanno in piazza Roma, giochi di luci e il pop di Casadei

L’orchestra di Mirko, figlio di Raoul, luci e danzatori, a Modena per la festa degli auguri “Baci e abbracci a mezzanotte” lunedì 31 dicembre. Partecipazione gratuita

MODENA – Un’orchestra spettacolo erede attiva e contemporanea di una sfavillante tradizione, giocolerie luminose, danza acrobatica e giochi di luci per “Baci e abbracci a mezzanotte 2019”, ormai tradizionale festa di Capodanno a Modena, che anche il prossimo 31 dicembre si svolgerà nello scenario di piazza Roma dominata dalla facciata di Palazzo Ducale sede dell’Accademia Militare.

Ad accompagnare i modenesi nel passaggio dal 2018 al 2019 sarà Mirko Casadei, figlio di Raoul, “re del liscio”, e pronipote di Secondo, l’autore di “Romagna mia”. Mirko Casadei, però, con rispetto per l’eredità musicale e spettacolare ricevuta e respirata fin da bambino, preannuncia una festa di fine anno trendy ed energica in chiave pop, dove ballare e cantare, tra contaminazioni di generi musicali e un ampio repertorio con le canzoni più famose italiane e straniere degli anni ’60, ’70 e ’80.

Del resto, MirkoCasadei, da poco premiato insieme ai Modena City Ramblers quale ambasciatore della comunicazione per l’Emilia-Romagna, ha duettato, oltre che con loro, con Goran Bregovic, Frankie Hi-nrg, Paolo Fresu, Morgan, Roy Paci, l’Orchestra della Notte della taranta, Cisco, Eugenio Bennato, e pure con Mario Reyes dei Gipsy King, Gloria Gaynor, Kid Creole & the Coconuts.

Fin dal suo esordio Mirko si è fatto portavoce di uno stile musicale divertente, leggero e ballabile: “cento per cento festa” è lo slogan dei suoi spettacoli dal vivo.

Della sua “Beach band” fanno parte la cantante Simona Rae, la sezione fiati con Marco Lazzarini, Gil Da Silva e Beppe Satanassi; per la sezione ritmica Enrico Montanaro alla batteria e Giuseppe Zanca al basso; a tastiere e fisarmonica; Manuel Petti, l’arrangiatore della band; infine, a chitarra e voce Stefano Giugliarelli.

Mirko Casadei e la sua orchestra non saranno i soli musicisti sul palco di piazza Roma. Il progetto risultato vincitore tra i sette presentati con lo specifico avviso pubblico per il Capodanno modenese (budget 70mila euro) è stato proposto dalla società “Galileo Galilei Production Tv”, e prospetta uno spettacolo che coniuga musica, divertimento, luci e danza. Il palinsesto prevede, oltre a quella di Casadei, e la sua orchestra, anche l’esibizione del cantautore e attore Adriano Pappalardo; inoltre, si alterneranno sul palco interventi della compagnia Lux Arcana (giocoleria luminosa, trampoli, danza acrobatica, costumi a led).

La “scaletta” dello spettacolo modenese di Capodanno, come di consueto a partecipazione libera e gratuita per tutti, prevede l’accesso in piazza Roma intorno alle ore 21, compatibilmente con le misure di sicurezza che saranno prese come previsto dalle disposizioni normative. Dopo il countdown, a mezzanotte sul palco si stapperà la rituale bottiglia e si faranno auguri a Modena e ai modenesi per il 2019.

Il bando di quest’anno per la raccolta delle proposte allargava il campo delle possibilità al di là del tradizionale concerto, aprendosi a soluzioni creative per la festa di Capodanno in piazza Roma, e a progetti artistici di animazione e spettacolo, con uno o più ambiti di animazione artistica performativa, ma anche giochi di luci, mapping, spettacolo piroteatrale, giochi d’acqua e altro.

“La proposta presentata da ‘Galileo Galilei Production Tv’ – ha motivato la commissione valutativa – risulta essere quella maggiormente coerente con quanto richiesto dal bando, interessando più ambiti di animazione artistica da quella musicale, dal vivo, a quella performativa con giochi di luce. In particolare, il progetto con l’esibizione dell’orchestra interpreta bene il clima della festa di Capodanno, offrendo uno spettacolo trasversale che intreccia diversi generi musicali. Anche l’aspetto della promozione dell’evento è risultato particolarmente curato”.