Capitalismo magico con Nicola Borghesi e Lodovico Guenzi questa sera a Castel Maggiore

34

CASTEL MAGGIORE (BO) – Sabato 3 ottobre 2020 prosegue a pieno ritmo Agorà, che alle 21.00 al Teatro Biagi D’Antona (via G. La Pira, 54 – Castel Maggiore) presenta Capitalismo magico, uno spettacolo di Kepler-452 di e con Nicola Borghesi e Lodovico Guenzi.

Soli in scena, due amici di una vita, Lodovico Guenzi (cantante de Lo Stato Sociale) e Nicola Borghesi (compagnia Kepler 452), si ritrovano storditi e disorientati all’alba dei trent’anni, “alla ricerca, fra canzoni e parole, di ciò che nella realtà ancora pulsa di una viva, inspiegabile, perturbante magia. Il tentativo di accendere un fuoco partendo da poche scintille e guardarlo ardere rapiti per poi pensare, anche solo per un istante che, forse, un’alternativa da qualche parte c’è.”

Così nelle parole degli autori: “There is no alternative”, amava ripetere Margaret Thatcher, riferendosi, naturalmente, al capitalismo. A noi che abbiamo trent’anni oggi non ce lo hanno nemmeno mai detto, tanto era evidente. Il cammino della nostra vita dentro il capitalismo sembra a volte la traversata di una landa desolata che perde via via linfa e colore. A volte la notte non dormiamo, stretti al cuore e alla testa da una strana ansia che non sappiamo dire, pieni di domande vaghe e spaventose. Forse è il terrore che si spengano anche le ultime scintille di non identico che stanno dentro e fuori di noi.

Come sempre la risposta è fuori dalle mura di casa, all’esterno, in una passeggiata. Forse camminando possiamo cogliere ciò che, dentro al capitalismo, ancora non è identico, conserva una propria forza autonoma, una sorta di sottile magia che viene da lontano e ancor più lontano conduce. Capitalismo magico è una passeggiata di due amici di una vita, storditi e disorientati nell’alba dei trent’anni, alla ricerca di ciò che nella realtà ancora pulsa di una viva, inspiegabile, perturbante magia. Il tentativo di accendere un fuoco partendo da poche scintille e guardarlo ardere rapiti per poi pensare, anche solo per un istante che, forse, un’alternativa da qualche parte c’è”.

Kepler-452 nasce nel 2015 a Bologna dall’incontro tra Nicola Borghesi, Enrico Baraldi e Paola Aiello. Il lavoro della compagnia si incardina su due assi principali: da una parte l’urgenza di rivolgerci ad un pubblico preciso, quello di chi ha tra i venti e i trenta anni, realizzando spettacoli e organizzando festival, rassegne, laboratori, travasi di pubblico dal mondo della musica indie rock; dall’altra indagare e mettere in scena le vite e le biografie di non professionisti (o “attori-mondo”) magnificandone le identità sulla scena.

Nel corso degli ultimi quattro anni Kepler-452 ha organizzato e diretto cinque edizioni di Festival 20 30, che ha portato in scena alcune centinaia di under 30 nel tentativo di tracciare un affresco generazionale, e realizzato numerosi spettacoli, tra cui “La rivoluzione è facile se sai come farla”, insieme a Lo Stato Sociale, “Comizi d’amore”, un progetto di teatro partecipato in diversi movimenti ispirato all’omonimo documentario di Pasolini, “Il giardino dei ciliegi- Trent’anni di felicità in comodato d’uso”, prodotto da ERT-Emilia Romagna Teatro e vincitore del Premio Rete Critica 2018, e “F. – Perdere le cose”, che ha debuttato a Vie Festival 2019 e i progetti condivisi con la stagione Agorà / Liberty: La grande età, tra Storia e storie, Comizi d’amore #adolescenti, Lapsus Urbano / Il primo giorno possibile.

Agorà, giunta alla 5° edizione, è la rassegna teatrale itinerante nei comuni dell’Unione Reno Galliera nella Area metropolitana di Bologna: Argelato, Bentivoglio, Castel Maggiore, Castello d’Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale. La rassegna è promossa da Unione Reno Galliera con la direzione artistica di Elena Di Gioia, realizzata con il contributo di Regione Emilia-Romagna e prodotta da Associazione Liberty.

Stagione Agorà
promossa da Unione Reno Galliera con il sostegno di Regione Emilia-Romagna
direzione artistica Elena Di Gioia
produzione Associazione Liberty e Unione Reno Galliera
Al centro di Agorà un articolato progetto di teatro diffuso: spettacoli, laboratori, incontri, nuove creazioni e condivisioni con artisti della scena contemporanea, nei teatri e nei luoghi diffusi di otto comuni della Unione Reno Galliera nella Area metropolitana di Bologna.

Main sponsor Unipol Gruppo e Hera
Sponsor Coop Alleanza 3.0, Coop Reno, Gruppo Camst, Lachiter, Borghi Impianti oleodinamici S.p.a., Società Dolce,
Ariostea Broker, Emil Banca, Energy Group, Roboqbo, ASA Azienda Servizi Ambientali S.C.p.A, Palazzo del Vignola
Con la partecipazione di ATER, Fondazione Circuito Regionale Multidisciplinare Emilia-Romagna

Con la collaborazione di Città Metropolitana di Bologna, Istituzione Villa Smeraldi – Museo della Civiltà Contadina, Biblioteche Associate, Uscire dal Guscio- Educare alle differenze, Premio Giuseppe Alberghini, Collettivo Amalia, Il Corpo delle Donne – Corpo Sociale, TeaLtro, Il Parco delle Sculture di Nicola Zamboni e Sara Bolzani

Agorà
stagione teatrale 2020-2021 – prima parte: 12 settembre 2020 – 1 gennaio 2021
promossa da Unione Reno Galliera
con il contributo di Regione Emilia Romagna
direzione artistica Elena Di Gioia
produzione Unione Reno Galliera e Associazione Liberty

“Una nuova stagione di teatro!
Non era scontato”

Sabato 3 ottobre 2020 ore 21.00
Teatro Biagi D’Antona
via G. La Pira, 54 Castel Maggiore (BO)

Capitalismo magico
uno spettacolo di Kepler-452
di e con Nicola Borghesi e Lodovico Guenzi

Per informazioni:
Intero: € 12
Ridotto*: € 10
Under 18 anni: € 5 |
Sconto gruppo minimo 5 persone (biglietto € 8)
Ingresso omaggio per persone con disabilità

Dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13
Telefono, WhatsApp e SMS: 333.8839450
biglietteria.teatri@renogalliera.it
Per il programma completo:
www.stagioneagora.it