Bologna: 72 dispositivi contro il divario digitale degli assistiti dai servizi di Salute Mentale

34

Iniziativa di Progetto Itaca Bologna, Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze patologiche Azienda USL di Bologna, CUFO. Raccolti 15 mila euro da donazioni private e Fondazione Carisbo. Consegna mercoledì 24 giugno

BOLOGNA – Tablet, smartphone e pc, per un totale di 72 dispositivi, per superare il divario digitale dei beneficiari dei servizi di Salute Mentale dell’Azienda Usl di Bologna, per aiutare e supportare chi è escluso dalla tecnologia e fare in modo che queste persone non subiscano danni a livello economico, sociale e culturale.

Nell’area della Salute Mentale, connessioni e dispositivi digitali hanno assunto particolare importanza durante il lockdown e il conseguente rallentamento delle attività ambulatoriali del Dipartimento e delle iniziative di sussidiarietà gestite dalle Associazioni. Per contro, l’emergenza Covid-19 ha portato alla luce i limiti al supporto e alla relazione a distanza, imposti dal divario digitale delle persone assistite.

Per questo motivo, grazie a donazioni private per un totale di 5 mila euro e al contributo di 10 mila euro da parte di Fondazione Carisbo, Progetto Itaca Bologna ha potuto acquistare 72 dispositivi che saranno consegnati mercoledì 24 giugno alle 15 ad altrettante persone assistite dalla rete di associazioni che fanno parte del Cufo, il Comitato utenti famigliari operatori, che riunisce le 34 Associazioni attive nella Salute Mentale Adulti e Neuropsichiatria infanzia e Adolescenza di Bologna.

Nel dettaglio, si tratta di 40 tablet, 5 smartphone e 27 pc che verranno consegnati alle Associazioni del CUFO che li distribuiranno quindi ai propri assistiti.

All’incontro, promosso da Progetto Itaca Bologna Odv, partecipano la presidente Antonella Dolcetta Golinelli, Angelo Fioritti, direttore Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze patologiche Azienda USL di Bologna e Antonella Misuraca, presidente Cufo.

Da qualche mese attiva sotto le Due Torri, Progetto Itaca Bologna Odv è una associazione per la salute mentale che promuove programmi di informazione, prevenzione, supporto e riabilitazione rivolti a persone affette da disturbi della salute mentale e alle loro famiglie.

Il Dipartimento di Salute Mentale-Dipendenze patologiche dell’Azienda USL di Bologna, insieme al CUFO e alle cooperative del Consorzio Indaco, partecipano al progetto garantendo corsi di formazione all’utilizzo degli strumenti tecnologici e dei software di base, per completare un percorso adeguato per un utilizzo consapevole e utile della tecnologia, favorendo così anche le relazioni a distanza con medici, psicologi, operatori e associazioni della Salute Mentale.

Progetto Itaca Bologna è al momento impegnata a cercare una sede per realizzare il suo prossimo obiettivo: la creazione di un Club Itaca, ovvero una struttura diurna gestita con la formula della Club House International, dove persone con una storia di disagio psichico trascorrono la giornata organizzate in unità di lavoro finalizzate a recuperare ritmo di vita e sicurezza, oltre a capacità sociali e abilità specifiche. Il Club è una palestra per una vita autonoma. L’obiettivo finale è, attraverso il progetto Job Station, l’inserimento in aziende attive nel territorio.

Informazioni:

Home


info@progettoitacabologna.org
https://www.facebook.com/Progetto-Itaca-Bologna-Odv-107668004134328/
https://www.instagram.com/progettoitacabologna/?hl=it