Blackline di Francesco Diodati questa sera al Monday Night Raw

FERRARA – Esplosivo, conturbante, romantico. Stiamo parlando di Blackline nuovo progetto del chitarrista Francesco Diodati, protagonista del Monday Night Raw di lunedì 4 marzo (a partire dalle ore 20) al Jazz Club Ferrara. Al suo fianco Leïla Martial (voce ed elettronica) e Stefano Tamborrino (batteria). Anticipa il concerto il consueto aperitivo a buffet accompagnato dalla selezione musicale di Gil Dj.

Blackline è la linea nera che delimita il punto di contatto tra mondi diversi e sorprendentemente vicini. Testi e musica si fondono per disegnare un paesaggio astratto ma saldamente ancorato alla terra. Suggestioni hip hop, sferzanti linee rock e punk, groove funky e melodici lirismi si mescolano allo spirito improvvisativo del jazz per dare vita a una musica nuova e coinvolgente, che ha il sapore dello sconosciuto.

I tre musicisti si muovono agevolmente nel terreno del jazz e delle sue più imprevedibili contaminazioni e sono fra i più richiesti leader e sideman in ambito Europeo. Leïla Martial, formatasi alla leggendaria scuola di musica di Marciac e al Conservatorio di Tolosa, è stata incoronata nel 2009 (prima volta per una donna) migliore solista al Concours National de Jazz de la Dèfense. Dotata di una voce straordinariamente versatile, è instancabile sperimentatrice e disegnatrice di arcobaleni musicali. Orientato verso la ricerca timbrica, i tratti distintivi di questa formazione sono il groove e in generale la componente ritmica affidati a Stefano Tamborrino, uno dei più richiesti batteristi del momento oltre che sapiente utilizzatore dell’elettronica. Francesco Diodati è uno dei più apprezzati rappresentanti della nuova scena jazz europea che ama sperimentare per creare nuove tendenze mescolando tradizione e linguaggi contemporanei.

Dopo il concerto il pubblico potrà godere del primo Tip of The Day dell’anno, ovvero dell’apertura della jam session a cura degli allievi e dei docenti del Dipartimento Jazz del Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara. La formazione che scenderà in campo, dal titolo ‘Something Borrowed, Something Blue’, è formata da Marco Vecchio al sassofono, Antonio Rapa alla batteria, Marco Rossi al pianoforte e Federico Magazzeni al contrabbasso. Ingresso a offerta minima € 5 riservato ai soci Endas.

Ferrara in Jazz 2018 – 2019
XX Edizione

5 ottobre 2018 – 30 aprile 2019

Lunedì 04 marzo, a partire dalle ore 20.00
Monday Night Raw
Opening Act
Happy Hour with Gil DJ

+

Live
Francesco Diodati Blackline
Leïla Martial, voce ed elettronica
Francesco Diodati, chitarra
Stefano Tamborrino, batteria

+

Jam Session
In collaborazione con il Conservatorio “G. Frescobaldi”
Tip of the Day
‘Something Borrowed, Something Blue’
Marco Vecchio, sassofono
Antonio Rapa, batteria
Marco Rossi, pianoforte
Federico Magazzeni, contrabbasso

INFORMAZIONI
www.jazzclubferrara.com
jazzclub@jazzclubferrara.com

Infoline 331 4323840 (dalle 12.00 alle 22.00)

Il Jazz Club Ferrara è affiliato Endas, l’ingresso è riservato ai soci.

DOVE
Torrione San Giovanni via Rampari di Belfiore, 167 – 44121 Ferrara. Se si riscontrano difficoltà con dispositivi GPS impostare l’indirizzo Corso Porta Mare, 112 Ferrara.

COSTI E ORARI
Ingresso a offerta minima € 5 riservato ai soci Endas.
Tessera Endas € 15

Non si accettano pagamenti POS

Apertura biglietteria 19.30
Aperitivo a buffet con dj set a partire dalle ore 20.00
Concerto 21.30
Jam Session 23.00

PRESIDENZA
Andrea Firrincieli

DIREZIONE ARTISTICA
Francesco Bettini

UFFICIO STAMPA
Eleonora Sole Travagli
e-mail: solejazzclubferrara@gmail.com ; press@jazzclubferrara.com