Bike to work, la Giunta approva il protocollo d’intesa per il progetto di promozione della mobilità ciclabile

38

L’indagine sui dipendenti del Comune di Rimini: il 38% vorrebbe lasciare l’auto a casa e spostarsi in bici

palazzo del municipio RiminiRIMINI – Quasi la metà dei dipendenti del comune di Rimini usa l’auto per raggiungere il posto di lavoro, ma tanti di loro (38%) vorrebbero cambiare le abitudini e scegliere la bicicletta. È uno dei dati che emerge dall’indagine condotta dagli uffici del settore mobilità del Comune di Rimini e rivolta ai dipendenti dell’Amministrazione, promossa per conoscere e analizzare gli spostamenti casa-lavoro.

Secondo l’indagine, circa il 70% dei dipendenti che hanno risposto al questionario risiede nel territorio del comune di Rimini: circa il 32% vive a meno di 3 km di distanza dal luogo di lavoro, distanza che idealmente è facilmente percorribile in bicicletta, mentre il 3,5% vive a meno di un chilometro, con la possibilità quindi di muoversi agevolmente a piedi. Il 39% risiede invece ad oltre 3 km di distanza, mentre il 25% in un altro comune.

Dall’indagine emerge che quasi il 49% dei dipendenti si sposta con auto privata, mentre l’uso della bicicletta si attesta sul 26%, il 7,7% a piedi. Tra coloro che usano l’auto, il 38% sarebbe interessato ad una svolta green e iniziare ad utilizzare la bicicletta. Come trasformare l’interesse in azione concreta? Per gli intervistati, gli interventi necessari per favorire la mobilità sostenibile sono la realizzazione delle piste ciclabili (44%) e la dotazione di rastrelliere per le bici (38%).

La promozione dell’uso della bici per gli spostamenti sistematici è anche il cuore del progetto “Bike to work 2021”, l’iniziativa promossa dalla Regione Emilia Romagna che prevede il cofinanziamento al 70% di investimenti strutturali (come la realizzazione o l’adeguamento di percorsi ciclabili) e di attività che disincentivino l’uso delle auto private, favorendo invece l’uso di modalità di trasporto non inquinanti. L’obiettivo ultimo del progetto – di cui la giunta comunale ha recentemente approvato il protocollo d’Intesa – è quello di contrastare l’inquinamento atmosferico e promuovere quelle buone pratiche che possono incidere sulla qualità ambientale e di vita dei cittadini.

Per il Comune di Rimini, il progetto si è tradotto in un contributo regionale di circa 728mila euro: per la parte di investimenti, le risorse serviranno a finanziare il completamento delle opere di miglioramento della fruibilità dei percorsi ciclabili e pedonali dell’area di piazzale Cesare Battisti, principale hub di collegamento intermodale della città.

“Le altre risorse – spiega l’assessora alla mobilità Roberta Frisoni – serviranno invece per promuovere la mobilità in bici negli spostamenti casa lavoro anche con appositi accordi con mobility manager aziendali e per incentivare abbonamenti annuali al servizio di deposito del Bike park, il centro di servizi a due passi dalla stazione che nel tempo sta diventando sempre più un punto di riferimento per chi usa la bicicletta”.